mercoledì 31 dicembre 2014

New Year&Mixology

Tropicale o scandinavo, esplosivo o analcolico, a voi la scelta: 4 aperitivi prima del cenone e di benvenuto a l'anno che verrà 
Cosa importante è  prepararlo a regola d'arte, perché il cocktail giusto non ha nulla da invidiare al piatto di un grande chef!


New Year e la Mixology, ovvero un drink per salutare il nuovo anno attraverso l’arte del bere miscelato. Dal più esotico al meno alcolico ecco allora quattro semplici proposte per tutti i gusti. 


Se è vero che quella dei cocktail è una scienza esatta non è altrettanto vero che sia arcana: un po di allenamento, qualche bottiglia in più nel bar di casa e tutti possono imparare l'alchimia di un aperitivo perfetto.


Mojito

Indissolubilmente legato allo scrittore Ernest Hemigway, che durante il suo soggiorno a Cuba ne beveva a fiumi, questo cocktail a base di lime e di rum chiaro è tornato di moda, grazie al boom dei locali di ispirazione latino-americana. Il nome in spagnolo, significa semplicemente "salsina": quasi a indicarne la natura di condimento per spensierate chiacchierate prima dei pasti.


INGREDIENTI
  • due parti di rum 
  • tre parti di soda
  • il succo di un lime
  • ghiaccio tritato
  • zucchero di canna
  • otto foglie di menta

PREPARAZIONE

In un tumbler (bicchiere cilindrico largo e basso) al succo di lime si aggiungono la menta e due cucchiai di zucchero; si mescola, quindi si aggiungono il rum e il ghiaccio tritato. Rimescolare bene e servire con soda.


Hot Toddy scandinavo

Con le basse temperature e il freddo, l’ideale è riscaldarsi in casa, magari sorseggiando qualcosa di caldo e di invitante.

Fra i vari cocktail internazionali, particolarmente “invernali” proponiamo oggi l’hot toddy, una bevanda calda molto popolare nei gelidi Paesi scandinavi (e un po’ in tutti i Paesi del Nord)per riscaldare le serate di festa in allegra compagnia.

Il toddy può essere servito in numerose varianti, utilizzando il rum o il brandy a seconda dei vostri gusti. Proponiamo oggi la versione con il whisky, con l’aggiunta di mele. La particolarità di questo cocktail alcolico e aromatizzato è che viene servito molto caldo.


INGREDIENTI
  • 30 ml di whisky
  • 1 cucchiaio di miele
  • acqua bollente
  • 2 anelli di mela essiccata
  • 1 foglia di salvia fresca
  • 1 stecca di cannella


Negroni

Deve il suo nome all'omonimo conte fiorentino che nel 1925 chiese al suo barman di fiducia, Luigi Scarselli, di rinforzare con il gin una miscela che andava allora per la maggiore, quella di Bitter Campari e vermouth.
 








INGREDIENTI
  • tre parti di vermouth rosso
  • tre parti di Bitter Campari
  • quattro parti di gin

PREPARAZIONE

Versare prima il vermouth rosso, poi il Bitter Campari e da ultimo il gin sul ghiaccio in tumbler; mescolare ed infine servire con una fettina di arancia e/o scorza di limone.



Apple Cooler

Un cocktail fatto su misura per gli astemi, ma che non dispiace nemmeno ai patiti degli aperitivi alcoolici. Questa miscela a base di frutta oltre ad essere ricca di vitamine, è anche un ottimo stimolante dell'appetito.










INGREDIENTI
  • un cucchiaino di sciroppo dii menta
  • due parti di spremuta di pompelmo
  • sei parti di succo di mela fresco

PREPARAZIONE

Mescolare la menta in una flute e la spremuta di pompelmo, aggiungere il succo di mela, rimescolare per qualche secondo, servire freddo.


Happy New "Mixing" Year!