lunedì 16 marzo 2015

LE DEGUSTAZIONI A VINITALY

DEGUSTAZIONI A VINITALY CONOSCENZA E BUSINESS TRA VINI ESCLUSIVI E DA TUTTO IL MONDO 

Le degustazioni rappresentano un momento importante per cantine e operatori, perché creano cultura e relazioni. Oltre a quelle presso gli stand, molto seguiti i grandi tasting organizzati nelle sale di degustazione di Vinitaly. Sul sito www.vinitaly.com area visitatori informazioni e prenotazioni.

Per operatori e buyer in arrivo da tutto il mondo a Vinitaly (22-25 marzo), molto interesse riscuotono i tasting organizzati nelle sale di degustazione di Vinitaly. Si tratta di eventi unici perché diversi ogni anno, che svolgono una funzione importante nel contatto tra professionisti del settore e produttori.

Si inizia, il primo giorno del Salone, con la degustazione in modalità walk around dei vini della Guida Tre Bicchieri, con i migliori vini selezionati dal Gambero Rosso. Un altro tasting walk around chiuderà Vinitaly il 25 marzo, con 'Le perle d'italia', un viaggio spumeggiante tra le bollicine italiane a cura dell’Associazione Italiana Sommelier, che festeggia con questo evento i suoi 50 anni.

Certamente la degustazione più esclusiva di quest’anno è il seminar executive con la verticale di Cheval Blanc e Petit Cheval proposta da Vinitaly International Academy. Sempre della VIA altri due executive seminar: il primo è 'Come si modifica un vino a contatto con l'ossigeno: Arneis, Barbaresco e Barolo e il sistema Coravin'; il secondo 'The Good, the Bad and the Ugly of Artisanal Wines' con vini esteri e italiani, che per la prima volta definirà cosa sono e farà il punto sulle effettive qualità organolettiche dei vini artigianali.

In collaborazione con la VIA anche due master class del Wine & Spirit Education Trust.
Curiosa ma destinata a creare una cultura del vino aperta a tutti, anche a ciechi e ipovedenti, il tasting ‘Il vino si ascolta: degustazione senza l'aiuto della vista (bendati) proposta da Onav. Tutte rosa, invece, le degustazioni di Fisar ‘Grandi spumanti italiani metodo classico da vitigni autoctoni’ e ‘Profumo di donna - Viaggio nel senso ancestrale’, proposto dalle Donne del Vino.

Tasting ex… press presenta, come ogni anno, un nuovo giro del mondo attraverso grandi vini, con le proposte delle più importanti riviste internazionali di settore. Tra i protagonisti del 2015 l’Abrau Durso, famoso per essere stato lo champagne degli zar, il Nebbiolo nelle sue diverse sfumature, il carattere unico dei vini ungheresi, lo champagne con il fascino dei blanc de blancs, gli Smaragd dell'Austria, i vini dell’Australia, il Riesling Kabinett e anche un dibattito a suon di degustazioni sui tappi con ‘Allumino contro sughero, la sfida dei tappi!’. Infine, tra sacro e profano, viaggio tra i più grandi Vin Santo “di nome e di fatto”.

A cura di Ais le degustazioni Barolo e Brunello di Montalcino, viaggio al centro del terroir; dell'Onav i vini rari del Piemonte e i grandi rossi pugliesi, mentre il Ministero degli esteri sloveno cofinanzia il tasting Wines of Slovenia.

Della Gazza Golosa ‘#Pop Wine’, la classifica dei primi 50 vini nel rapporto qualità-prezzo (sotto i 15 euro) scelti dalla giuria della pagina settimanale di cultura enogastronomica de La Gazzetta dello Sport.

In calendario nel Padiglione Vininternational (pad. i), la presentazione del Pisco del Perù, dei vini spagnoli dell’Andalusia, dello Champagne Jeeper, dell'Armagnac, dei grandi vini rossi e bianchi della Nuova Zelanda, del Malbec argentino, dei vini di Slovenia, Australia e Sud Africa e la degustazione 'Solo Pinot nero e Riesling no limits'.

Dedicata ai blogger la seconda edizione Young to Young, organizzata in collaborazione con Marco Gatti e Paolo Massobrio. Protagonisti del tasting i vini di giovani produttori, mentre giovani blogger dovranno postare e twittare le loro impressioni. In palio il titolo di “blogger dell’anno”.
Aggiornamenti sul programma delle degustazioni e prenotazioni sul sito di Vinitaly (http://www.vinitaly.com/ area visitatori)

Nessun commento:

Posta un commento