" you wine magazine: Street Food by Gambero Rosso

giovedì 4 luglio 2013

Street Food by Gambero Rosso

Street Food il Gambero Rosso lancia la prima mappa completa del cibo di strada italiano
Focacce, panzerotti, bombette, piadine, frittatine, folpi, panini e chi più ne più ne metta. Ovvero alcuni dei più ghiotti cibi italiani. Preparazioni tradizionali e tipiche da andare a ricercare magari in angoli sperduti della Penisola. Sapori veri e autentici da conservare gelosamente.

È per questo che il Gambero Rosso si è lanciato in una nuova avventura on the road. L’idea? Tracciare la prima mappa del cibo di strada italiano. Il compagno di viaggio? Estathè! Vero infuso di foglie di thè, realizzato con ingredienti semplici e naturali, dissetante e pratico da bere, che si abbina benissimo ai piatti tipici dello street-food italiano ed è ideale da bere in ogni momento della giornata.

Oltre 300 indirizzi selezionati dal Piemonte alla Sardegna, una fotografia, insolita e gustosa, di un’Italia autentica custode di sapori che si perdono nella notte dei tempi. Storie molto spesso di famiglie che si tramandano i ”segreti” di generazione in generazione.

Qui i protagonisti non sono grandi locali ma chioschi, botteghe, paninerie e pulmini itineranti. L’importante è il sapore. La selezione ha tenuto conto di qualità delle materie prime utilizzate, valorizzazione del territorio, originalità della formula.

Il simbolo di una panchina accanto alla segnalazione indica inoltre la presenza di un parco nelle vicinanze del locale: un suggerimento in più per assaporare in tutta calma.

Ogni regione è introdotta da una sezione dedicata alla tradizione del cibo di strada e ai prodotti tipici e per ognuna di loro viene proposta una ricetta della preparazione più significativa riproducibile anche da casa.

Infine due premi speciali. Il Panino dell’anno che è stato assegnato a Cristina Bowerman per il Pastrami di lingua e Street Food da Chef, per la rivisitazione più originale di un piatto tipico dello street food: il premio è andato a Valeria Piccini del ristorante Caino di Montemerano per il suo Tris di trippe e lampredotto.

L’applicazione Street Food sarà disponibile a breve su Apple Store e Google Play per smartphone e tablet.

La guida cartacea sarà acquistabile in edicola e in libreria, on line sul sito www.gamberorosso.it e per la prima volta nei negozi e corner Posteshop.

Ed ora ecco gli eletti: i 20 campioni regionali che meglio rappresentano nelle loro proposte la tradizione culinaria della regione:

VALLE D’AOSTA
Opificio del Gusto Aosta (AO)

PIEMONTE
Io Mangio Gofri Pinerolo (TO)

LIGURIA
Moltedo Recco (GE)

LOMBARDIA
Mangiari di strada Milano (MI)

VENETO
La Folperia di Max e Barbara Padova (PD)

TRENTINO ALTO ADIGE
Walter & Michi’s Wurstelstand Bolzano/Bozen (BZ)

FRIULI VENEZIA GIULIA
Buffet da Pepi Trieste (TS)

EMILIA ROMAGNA
Lella Rimini (RN)

TOSCANA
Tripperia da Marione Firenze (FI)

MARCHE
Migliori Ascoli Piceno (AP)

UMBRIA
Porchetta di Grutti di Natalizi Gualdo Cattaneo (PG)

LAZIO
Mordi & Vai Roma (RM)

ABRUZZO
La Tana del lupo Farindola (PE)

MOLISE
Cala Sveva Termoli (CB)

CAMPANIA
La Masardona Napoli (NA)

PUGLIA
Antico Forno Santa Chiara Altamura (BA)

BASILICATA
Bar Sottozero Matera (MT)

CALABRIA
Pane e Vino Crotone (KR)

SICILIA
Antica Focacceria San Francesco Palermo (PA)

SARDEGNA
Gastronomia Paninoteca Loi Nuoro (NU)
 
Premi speciali

Il Panino dell’anno

Pastrami di lingua
di Cristina Bowerman

Per aver conferito una lettura internazionale al quinto quarto, uno dei fili conduttori del cibo da strada più antico in tutta Italia. Un mix esplosivo di contrasti e sapori: panino di pastrami di lingua con giardiniera, salsa al ciauscolo e gelato di senape.

Romeo
Via Silla 26/a
Roma

Street Food da chef

Al cuoco che ha rivisitato nel modo migliore e originale un piatto tipico dello street food

Tris di trippe e lampredotto
di Valeria Piccini

Un piatto che prevede tre succulenti assaggi. Una trippa al pomodoro, una con i fagioli e il famoso panino al lampredotto avvolto nella carta, proprio come se fosse da asporto. Il classico dello street food fiorentino si arricchisce di nuovi sapori e profumi con un'insolita brunoise di verdure e zenzero.

Da Caino
Via della Chiesa, 4
Montemerano