Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2024

Libri, La Ricerca Artistica Musicale. Linguaggi e Metodi

Presso il Parco della Musica, Giusy Caruso, artista, ricercatrice, pianista, performer d'avanguardia del Metaverso e docente, presenta il libro, La Ricerca Artistica Musicale. Linguaggi e Metodi. L'evento sarà preceduto da un seminario che la ricercatrice terrà al Conservatorio di Musica Santa Cecilia “Nuovi Orizzonti nella Ricerca Artistica Musicale”. Mentre in Italia si lavora  intensamente dopo la svolta epocale con l’approvazione del Decreto Ministeriale n. 470 del 21/01/2024 che  riconosce la Ricerca Artistica come terzo livello di studi di dottorato nelle AFAM italiane (tema ampiamente consolidato in Europa), la pioniera e oggi riconosciuta eccellenza nelle accademie di tutto il mondo, l’Italiana Giusy Caruso torna a Roma al Parco della Musica per presentare il suo libro, il primo in assoluto in lingua italiana dedicato a questo tema.  Vero cervello in fuga dall’amatissima Calabria, Giusy Caruso è oggi vive e lavora in Belgio ed è nota a livello internazionale per trasfor

Al via Vinòforum 2024: il Circo Massimo diventa cuore pulsante dell’enologia e gastronomia Made In Italy

Incontri e appuntamenti a partire da lunedì 17 giugno. 3.200 etichette di oltre 800 cantine, wine top tasting, cene d’autore con chef e maestri pizzaioli e il meglio della cucina italiana. In calendario incontri business oriented, premiazioni e interviste vis a vis per promuovere le produzioni enologiche e alimentari del nostro Paese. Ecco gli appuntamenti delle prime quattro giornate. Manca meno di una settimana al grand opening di Vinòforum 2024, per la prima volta al Circo Massimo.  Di grande spessore gli incontri in programma dedicati a professionisti del settore e a tutti gli appassionati che avranno l’occasione di entrare in contatto diretto con enologi, produttori. Sette serate che vedranno dialogare grandi chef, prestigiose cantine e numerosi artigiani del gusto, in un mix di degustazioni, momenti di confronto e focus tematici, all’insegna del buon gusto. Vinòforum 2024, che gode anche del Patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, Forestali e della Sovranità Alimentare

George Russell e il jazz modale, la rivoluzione dell'improvvisazione. Il Bepop di Miles Davis e John Coltrane

The Lydian Chromatic Concept of Tonal Organization, libro seminale scritto da George Russell nella seconda metà del ‘900, genera l'idea di un nuovo modo di fare jazz. Il genere nascente non richiedeva la corrispondenza di accordi legati alle regole dell’armonia tonale. L’armonizzazione dei vari gradi delle tonalità erano associati, per ogni accordo, a scale modali differenti. Un ritorno alla tradizione musicale sacra del canto gregoriano a sua volta derivati dalla musica della Grecia classica. Ho sempre amato il Bepop, già da ragazzo la mia sensibilità ancora acerba mi portava a seguire eventi e seminari Jazz molto spesso al di fuori di quella che era la formazione canonica musicale che istituiti e università potevano offrire; il mio essere un antiaccademico mi portava in altre direzioni. Viaggiavo moltissimo, anche se poi tornavo sempre a Roma, la mia città; secondo me, uno dei fulcri di quella rinascita musicale già iniziata negli anni sessanta. Insomma in quegli anni '80 c&#

Rome Chamber Music Festival, al Teatro Argentina la maratona cameristica con musicisti di fama e giovani talenti da tutto il mondo

 Al via il Rome Chamber Music Festival 2024. Quattro giorni per quarantaquattro musicisti di fama e giovani talenti da tutto il mondo, guidati dall’eclettico violinista americano Robert McDuffie, fondatore e direttore artistico del festival, per un’intensa maratona cameristica trasversale ai generi, dal Barocco alla musica contemporanea. Dal 17 al 20 giugno al Teatro Argentina di Roma. Prende il via la XXI edizione del Rome Chamber Music Festival nel più antico e nobile teatro storico della città, l’Argentina che torna, grazie a questo evento, alla sua originale vocazione settecentesca, la musica.  Candidato ai Grammy, vincitore dell’Emmy Award, dedicatario e interprete del celeberrimo Concerto per Violino N.2 di Philip Glass, noto anche come The American Four Season, del Concerto per violino, rock band ed orchestra d’archi di Mike Mills dei R.E.M, Robert McDuffie è una star internazionale innamorata da decenni di Roma, dove ha lungamente vissuto con la sua famiglia prima di fondarvi i

Lo stile di Palestrina, l'agile volumetto di Malcolm Boyd sullo studio della polifonia del Rinascimento

Negli anni '70, Malcolm Boyd, uno dei maggiori studiosi del Settecento musicale europeo ed in particolare degli Scarlatti, scrisse anche una introduzione pratica sullo stile compositivo di Giovanni Pierluigi da Palestrina,  uno tra i più importanti compositori di area romana del XVI secolo.  Uno studio quanto mai accurato su modalità, ritmo e melodia, armonia, stile, struttura ed osservazione sul tempo ternario, con tanto di esempi musicali ed esercizi.  Palestrina è a ragione ritenuto il modello ideale per la composizione polifonica sacra per aver saputo magistralmente conciliare quella che era la funzione propria della musica cattolica con gli aspetti più apertamente estetici. Malcolm Boyd, rivolgendosi allo studente, mette al centro la figura di Palestrina come compositore modello, in un momento, stiamo parlando degli anni '70, in cui viene seriamente messo in dubbio il valore di molti metodi tradizionali per l'educazione musicale, certamente da più parti si guarderà a q

Festa della Musica, "La prima orchestra siamo noi": torna nel giorno del solstizio, la grande manifestazione popolare all'insegna dell'aggregazione e dello spirito artistico

Al via come da tradizione, il 21 giugno, giorno del solstizio, la Festa della Musica 2024. La rassegna, che celebra ogni tipo di musica, artisti e musicisti professionisti, amatori e appassionati, con migliaia di concerti in tutta Italia, è dedicata alle Bande Musicali. L'associazione Regionale Cori del Lazio insieme alle altre associazioni regionali italiane, partecipa con Corinfesta dal 20 giugno, attraverso un ricco calendario di appuntamenti di gioiosa musica corale. I concerti di Arcl si terranno presso l'Oratorio del Caravita, via del Caravita, 7 a Roma. Con il claim "La prima orchestra siamo noi" prende il via la Festa della Musica, all'insegna dell'aggregazione e dello spirito artistico, e che vuole essere anche un invito alla crescita musicale ed individuale. La Festa della Musica, nata in Francia nel 1982, ha visto i suoi primi sviluppi in Europa nel 1985 in occasione dell'anno europeo della Musica: musicisti dilettanti e professionisti invadono

Gestione del vigneto, Ricerca: i trattamenti a base di rame riducono il profilo aromatico del vino

Il rame è l’elemento per eccellenza specialmente nella lotta alla peronospora nella vite. I prodotti rameici sono utilizzati in agricoltura da più di un secolo. In vitivinicoltura biologica, per il controllo dei parassiti nel vigneto, i composti a base di rame vengono utilizzati al posto dei pesticidi di sintesi. Ma elevate concentrazioni di questo metallo hanno effetti tossici sulla crescita e sull’attività fermentativa delle cellule di lievito a discapito del profilo aromatico del vino. I risultati dello studio pubblicati su Scientific Reports, aprono nuove prospettive di ricerca sui ceppi di lievito.  Una ricerca dell'INRAE, Istituto nazionale di ricerca francese per l'agricoltura, l'alimentazione e l'ambiente, ha messo in evidenza che la resistenza dei lieviti al rame va a discapito del gusto del vino. E' cosa nota che per proteggere le viti dai funghi i viticoltori utilizzano trattamenti a base di rame come ad esempio la poltiglia bordolese, autorizzata anche i

Bartolomé Ramos de Pareja, il pioniere del sistema musicale moderno. Il suo trattato Musica practica contribuì alla nascita dell'ottocordo

Bartolomé Ramos de Pareja divenne il teorico spagnolo più influente e controverso della sua generazione grazie alla sua unica opera teorica conosciuta, Musica practica, pubblicata a Bologna nel 1482. Il suo contributo alla nascita dell'ottocordo, come strumento base del sistema musicale, ha rappresentato una nuova tappa nella differenziazione tra teoria musicale antica e moderna. Bartolomé Ramos de Pareja, teorico musicale e compositore spagnolo del Rinascimento, è considerato uno dei più importanti trattatisti musicali nella storia della musica grazie, in gran parte, al suo eccezionale contributo alla costituzione della scala diatonica in contrasto con l'esacordale dell'epoca, nonché per i suoi abbondanti testi sulla notazione mensurale figurata, alterazioni cromatiche, esercizi contrappuntistici, divisione ed effetti della musica, ecc. Di lui si conoscono le sue origini andaluse, ma non si hanno ulteriori notizie né sui primi anni della sua vita né della sua famiglia. Il

Libri, Il maestro di setticlavio e altre novelle veneziane di Camillo Boito

Il libro è una raccolta di novelle di ambientazione veneziana scritte dal noto architetto Camillo Boito, fratello del più conosciuto poeta e musicista Arrigo, tra il 1876 e il 1891. Ad aprire l’opera è Il maestro di setticlavio in cui in un’atmosfera in bilico tra sacro, ironico e macabro si dipana la storia di un anziano uomo di musica che dirige il coro della Basilica di San Marco. Il maestro di setticlavio, composto sul finire dell’Ottocento e apparso per la prima volta nel dicembre del 1891 in “Nuova Antologia” è il libro coronamento della carriera di Boito nonché il suo ultimo scritto di narrativa letteraria in cui rivela l’identità dei personaggi reali trasfigurati e chiarisce il significato dei riferimenti musicali.  In un’atmosfera in bilico tra sacro, ironico e macabro, i personaggi (Annibale Chisiola, anziano uomo di musica che dirige il coro della Basilica di San Marco; la sua fedele e modesta nipote Nene; Mirate, ex barcaiolo strozzino e dongiovanni ma anche tenore dalla vo

Filippo e Filippino Lippi. Ingegno e bizzarrie nell'arte del Rinascimento

Il caso straordinario di un padre e un figlio, entrambi pittori e disegnatori di eccezionale talento, è protagonista ai Musei Capitolini nelle sale di Palazzo Caffarelli. L’esposizione, a cura di Claudia La Malfa, intende illustrare, attraverso una selezione di dipinti, disegni e documenti d’archivio, il talento del pittore fiorentino Fra’ Filippo Lippi (Firenze 1406-Spoleto 1469) e quello di suo figlio Filippino (Prato 1457 - Firenze 1504). Fino al 25 agosto 2024. La mostra racconta il talento del padre, uno degli artisti più importanti della stagione fiorentina di Cosimo de’ Medici, e quello del figlio, che eredita dal padre l’ingegno e diventa l’interprete del gusto nella Roma della fine del Quattrocento.  In mostra alcuni capolavori dell’arte di Filippo Lippi su tavola, dalla magnifica Madonna Trivulzio del Castello Sforzesco di Milano, manifesto della pittura del Lippi della quarta decade del Quattrocento, alla Madonna con angeli e committente della Collezione Cini di Venezia in c

Concerti, Vallotti ed il suo tempo, a San Giorgio al Velabro serata finale della sesta stagione di Rome Goes Baroque

Si terrà venerdì 31 maggio alle 19,30 nella suggestiva Chiesa di San Giorgio al Velabro di Roma un eccezionale serata finale della breve ma intensa sesta stagione di Rome Goes Baroque, con il concerto inedito "Vallotti e il suo tempo", direttore il Maestro Giorgio Matteoli con l'Orchestra barocca e coro del Dip. Musica Antica Conservatorio di Latina “O. Respighi” in collaborazione con docente e allievi del Conservatorio “A. Vivaldi” di Alessandria.   Gaspare Traversi, Il concerto, XVIII secolo Francesco Antonio Vallotti, fu un eccelso compositore di musica sacra e direttore apprezzato in tutta Europa. Come per altri suoi colleghi ha dovuto però subire l’oblio storico e artistico in campo musicale e purtroppo, come spesso accade, oggi ci rimane quasi sconosciuto, e questo a causa di quella riforma ottocentesca che disprezzava il barocco come genere superficiale ed effimero. Si deve al M° Giorgio Matteoli, direttore e polistrumentista, la riscoperta, la valorizzazione e la

Viticoltura rigenerativa, esce la guida online per un futuro più sostenibile

La Regenerative Viticulture Foundation (RVF), ente di beneficenza britannico dedicato alla creazione di un futuro più sostenibile, ha lanciato la RV Guide , uno strumento di autovalutazione online per aiutare i viticoltori all'adozione delle buone pratiche nei vigneti. La Guida RV include informazioni e risorse su 16 pratiche di gestione del vigneto come la lavorazione sottovigneto e la copertura vegetale, l’integrazione degli animali nel vigneto e l’uso di erbicidi, con particolare attenzione ai principi riparativi piuttosto che estrattivi rispettando l'ambiente. Tutte azioni queste che la RVF considera utili per coltivare la vite in modo rigenerativo. "L'interesse per la viticoltura rigenerativa è esploso in questi ultimi anni con l'adesione di un numero sempre maggiore di attori del settore che contribuiscono a stimolare la domanda", ha affermato Stephen Cronk, presidente della RVF. “Nonostante ciò, i viticoltori possono avere difficoltà a ottenere l’aiuto

Mostre, al Palazzo Reale di Milano la grande retrospettiva Munch. Il grido interiore. Il percorso umano e artistico di uno dei più importanti artisti del Novecento

Esattamente il 14 settembre 2024 si apriranno le porte di una delle mostre più attese dell'anno: Edward Munch torna a Milano dopo 40 anni, con una grande retrospettiva. La mostra avrà una seconda tappa a Roma, a Palazzo Bonaparte, dal 18 febbraio al 2 giugno 2025. 100 opere prestate eccezionalmente dal Munch Museum di Oslo per la più importante mostra dedicata al genio di Edvard Munch. Così Palazzo Reale e Arthemisia rendono omaggio a uno dei più importanti artisti del Novecento, che ha saputo interpretare il tormento e l’inquietudine dell’essere umano. L’ampia retrospettiva racconterà l’intero percorso umano e artistico di Munch, esponendo opere tra le più note e iconiche della storia dell’arte. “Nella mia casa di infanzia abitavano malattia e morte. Non ho mai superato l’infelicità di allora.” Edvard Munch. Dopo 40 anni dall’ultima mostra a Milano, Edvard Munch (Norvegia, 1863 -1944) viene celebrato con una grande retrospettiva, promossa da Comune di Milano – Cultura, con il patr

Amo, dunque sono, Domenico Zipoli e il Nuovo Mondo. Il concerto a Santa Lucia sul più rinomato musicista della Compagnia di Gesù. Ecco il programma

In occasione dell’atteso concerto Amo, dunque sono, Domenico Zipoli e il Nuovo Mondo, che si terrà a Roma il prossimo 1 giugno alle 20,30, presso la Chiesa di Santa Lucia, Circonvallazione Clodia, 135, un mio modesto contributo per cercare di mettere in risalto la statura artistica di Domenico Zipoli. La scelta radicale di una vita, dalla musica in Europa alle missioni gesuitiche in America Latina del più rinomato musicista tra i religiosi della Compagnia di Gesù. Amo dunque suono, così si muove l’idea dell’opera di Domenico Zipoli. Sicuramente per chi studia organo, il compositore pratese è semplicemente ricordato come colui che scrisse le "Sonate d'Intavolatura", alle quali deve appunto la sua fama e che di fatto lo rendono tutt’oggi famoso. Ma Domenico Zipoli è stato molto di più. Questa è la storia della vita di un compositore attraverso una scelta radicale, che dalla musica in Europa lo portò alle missioni gesuitiche in America Latina.  Per i nativi latino-americani

Viticoltura sostenibile, l'impatto dell'umidità sulla qualità del vino. Lo studio su uve pinot nero

Un progetto di ricerca del Tasmanian Institute of Agriculture ha avviato uno studio sull'impatto dell’umidità sulla qualità del vino. Lo studio su uve pinot nero. I dati climatici vengono utilizzati per valutare l’idoneità di nuovi siti vitivinicoli, ma non viene preso in considerazione l’impatto che ulteriori fattori climatici, inclusa l’umidità, hanno sulla qualità del vino. La dottoressa Tory Clarke, a capo del progetto di ricerca TIA, condurrà uno studio di un anno per generare dati che mostrino l'impatto dell'umidità sulle uve da vino Pinot nero in Tasmania. Il produttore di vino Dr Andrew Pirie AM metterà a disposizione un vigneto sperimentale. L'obiettivo sarà quello di garantire che il vino della Tasmania rimanga un prodotto premium.  Come affermato dalla dott.ssa Clarke, i dati ricavati dallo studio aiuteranno a definire siti ad alte prestazioni per la produzione di pinot nero in Tasmania, vitigno principe di questa regione vitivinicola, e aiuteranno a capire a