martedì 19 aprile 2016

Alla scoperta dei vini dell'Alto Adige

VIGNAIOLI DELL'ALTO ADIGE: “I NOSTRI VINI RACCONTANO IL RISPETTO PER LA TERRA”
Sabato 30 aprile a Bologna una giornata dedicata alla scoperta dei vini dell'Alto Adige e di un'agricoltura rispettosa dell'ambiente.

I Vignaioli dell'Alto Adige (Freie Weinbauern Sudtirol) sabato 30 aprile propongono al Relais Bellaria Hotel di Bologna un banco d'assaggio con 120 vini e un momento di approfondimento sui temi dell'agricoltura sostenibile. 

Dalle ore 13 alle 20, in collaborazione con Onav-Bologna, 24 produttori presenteranno i loro vini con 120 etichette provenienti dalle diverse sottozone alto atesine.

Un'occasione per approfondire la conoscenza del territorio e incontrare i produttori che presenteranno personalmente i loro vini e il loro modo di vivere il mestiere di viticoltore. Per tutto il giorno si potranno inoltre gustare prodotti gastronomici tipici del territorio: i formaggi e i salumi affumicati dell'azienda Hackerhof di Dobbiaco e i prodotti da forno di Fritz & Felix di Barbiano.

“La sostenibilità ambientale è da sempre al centro del lavoro dei Vignaioli dell'Alto Adige” - spiega il direttore Peter Robatscher - “la portiamo avanti con rigore, metodo e un approccio innovativo. I vitigni Piwi ne sono l'esempio lampante”.

Alle 15.30 si terrà il seminario Piwi wines: i vini del futuro? condotto da Werner Morandell. Il produttore di Caldaro, pioniere della viticultura biologica in Alto Adige, racconterà 25 anni di esperienza e studi sui vitigni resistenti e sulle nuove varietà da ibridazione intraspecifica resistenti alle malattie come peronospora e oidio.

Seguirà una degustazione di vini Piwi, con posti limitati e su prenotazione (per iscriversi compilare il modulo al seguente link: goo.gl/forms/W9fJb3HjRh).

Le etichette proposte in assaggio saranno:
  • JULIAN 2015 (50% Bronner, 50% Johanniter)
  • VINO DEL PASSO 2015 (100% Solaris) da 1300mt di altitudine
  • JULIAN 2008 (50% Bronner, 50% Johanniter) 
  • CLARÌCE 2013 (100% Souvignier gris, methode Lieselehof )
  • RUBUS 2014 (70% Cabernet Cortis, 25% Marechal Foch, 5% Regent)
  • SWEET CLAIRE 2014 (100% Bronner).

Info in breve
Data: sabato 30 aprile 2016
Orari di apertura: dalle 13 alle 20
Luogo: Relais Bellaria Hotel, Via Altura, 11/bis – Bologna
Produttori presenti: 24
Ingresso: € 15. Ridotto € 10 per membri ONAV e soci FWS.
Il bicchiere da degustazione è incluso nel biglietto d'ingresso.
Pre iscrizioni: goo.gl/woAxap
Seminario e degustazione vini Piwi: Posti limitati goo.gl/forms/W9fJb3HjRh
Parcheggio: gratuito
Info: www.fws.it/it/ 

Associazione Vignaioli dell'Alto Adige
L’associazione Vignaioli dell’Alto Adige, nata nel 1999 su iniziativa di 12 produttori, riunisce i vignaioli delle diverse regioni vitivinicole della provincia di Bolzano, dalla Val Venosta alla Valle Isarco fino alla Bassa Atesina. Le caratteristiche che più rappresentano i Vignaioli dell’Alto Adige sono l’individualità, la qualità e l’indipendenza. Tra i soci si contano principalmente aziende familiari che con passione ed autenticità si dedicano alla produzione di vini in ogni singola fase, dalla vigna al bicchiere. Attualmente sono 93 i produttori associati, per un totale di 350 ettari di vigneto, 2.7 milioni di bottiglie commercializzate e una resa media di 86 q.li di uva per ettaro, paria a 60 hl di vino.
L'Associazione Vignaioli dell'Alto Adige è stata tra i fondatori il 17 luglio 2008 della Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti (FIVI).

Nessun commento:

Posta un commento