giovedì 21 agosto 2014

A TASTE OF ROMA 2014

 Dal 18 all’21 settembre 2014 all’Auditorium Parco della Musica di Roma A taste of Roma
il Food come non l’avete mai visto e ... gustato!
Il regno di Taste of Roma sta per aprire le sue porte. Chiunque voglia vivere un’esperienza di incontro ravvicinato con il gusto, che lasci il segno, lo potrà fare a Taste of Roma: dal 18 al 21 settembre 2014, Roma diventa, infatti, punto di riferimento dell’enogastronomia di qualità, dei vini più eleganti e, per la prima volta a Roma, di cucina “sostenibile”



La terza edizione di Taste of Roma, che si terrà anche quest’anno sui giardini pensili dell’Auditorium Parco della Musica, attesta l’evento come uno dei più spettacolari della capitale in ambito food, sia per la qualità della cornice che per la varietà e il valore dei contenuti proposti, vero momento di attrazione anche per turisti italiani e stranieri.

Una tappa di grandissimo valore all’interno del più grande Food Festival al mondo, in grado di raggiungere in 21 città dei cinque continenti oltre 400.000 persone.

Anche quest’anno Electrolux, leader mondiale nella produzione di apparecchiature domestiche e professionali, è main partner di Brand Events Italy nell’organizzazione dei tre eventi italiani (Milano, Roma e la nuova edizione Taste of Christmas).  Electrolux curerà alcune delle iniziative di Taste più amate dal pubblico come l’Electrolux Chefs’ Secrets, la scuola di cucina dove 24 visitatori potranno cucinare con gli elettrodomestici più innovativi, guidati da chef prestigiosi, e l’Electrolux Taste Theatre,  quest’anno completamente rinnovato per avvicinare ulteriormente i grandi cuochi al pubblico.

“Taste of Roma si conferma un appuntamento da non perdere per chi vuole vivere un viaggio nell’eccellenza della cucina italiana della capitale, alla scoperta di nuovi sapori e diversi stili di cucina”, spiega Mauro Dorigo, General Manager di Brand Events Italy. “Inoltre, attraverso attrazioni sempre più interattive, esclusive e da condividere, come il Wine Caveau, o ancora, il Blind Taste e l’area Kids, sarà facile per grandi e piccini sperimentare abbinamenti che mai si potrebbero immaginare…difficili a volte da credere e da raccontare, ma non da gustare”, continua Mauro. “Infine, quest’anno in vista di Expo 2015, cavalcando il tema Nutrire il Pianeta Energia per la Vita, abbiamo chiesto ai nostri chef di pensare e di realizzare un piatto in una duplice  ottica: di sostenibilità ambientale misurabile da un lato e dall’altro per l’energia positiva che il piatto stesso può produrre in chi lo assaggia. Il risultato sarà una Food Print unica nel suo genere e disciplinare”.

Mai così prima d’ora!
Roma Caput Mundi della cucina: nessun Taste nelle innumerevoli edizioni internazionali ha mai avuto una squadra a pari livello di eccellenza. 12 fra i più rinomati e blasonati ristoranti del panorama romano, spaziando dal centro storico fino al litorale, presenteranno 36 piatti straordinari creati ad hoc per il pubblico di Taste of Roma. Un evento unico e irripetibile per chi non si vuole accontentare...tantomeno a tavola.
I dodici protagonisti della prossima edizione pronti a stupirci con inediti assaggi gourmet sono: Giulio Terrinoni (Acquolina Hostaria), Riccardo Di Giacinto (All'Oro), Danilo Ciavattini (Enoteca La Torre a Villa Laetitia), Andrea Fusco (Giuda Ballerino), Cristina Bowerman (Glass Hostaria),  Angelo Troiani (Il Convivio Troiani), Anthony Genovese (Il Pagliaccio), Francesco Apreda (Imago all’Hassler), Heinz Beck (La Pergola-Hotel Rome Cavalieri), Fabio Ciervo (La Terrazza dell'Eden), Roy Caceres (Metamorfosi), Daniele Usai (Ristorante Il Tino).
A Taste of Roma i piatti si acquisteranno sempre in Sesterzi. Con 4, 5 o 6 di queste antiche monete precaricate sulla tecnologica card ricaricabile si potrà avere accesso ai grandi piatti proposti nel menù.

La sostenibilità nel piatto e la “Food Print”
In cucina si possono produrre o evitare sprechi enormi di risorse, sotto mille forme diverse e anche insospettabili. Dipende da che cosa si usa, in che quantità, con quali strumenti, e in che modo. Ecco allora che ogni chef porterà la propria esperienza e la propria creatività proponendo nei menù almeno un piatto sostenibile, per metodo di cottura, utilizzo di acqua, reperibilità degli ingredienti.
Brands Events Italy ha stretto appositamente un accordo di partnership con Cloros, società specializzata in servizi alle aziende dedicati alla sostenibilità, per intraprendere insieme un percorso che si svilupperà in tutti gli appuntamenti italiani di Taste con l’obiettivo di sensibilizzare il pubblico alla cultura di una cucina sostenibile.
Le domande “esistenziali” a cui si cercherà di dar risposta e che genereranno una scala di valori saranno sostanzialmente 4.
  • Come si coltivano gli ingredienti?
  • Come e quanto si trasportano gli ingredienti?
  • Come si trasformano gli ingredienti?
  • Come si cucinano gli ingredienti?
Sull’altro piatto della bilancia, in pieno stile Taste, ci sarà la soddisfazione, il godimento, l’energia positiva per l’appunto, che il piatto stesso produrrà nelle migliaia di persone che avranno l’opportunità a Taste of Roma di assaggiare queste prelibatezze.
Il rapporto fra le due misurazioni ci fornirà un dato, “semiserio”, che abbiamo voluto chiamare “Food Print”.

Taste of Roma : tante attività per non fermarsi mai
Chi è stato a Taste almeno una volta lo sa: qui non ci si annoia mai! Come è nello stile di Taste of Roma, il programma di attività e appuntamenti esclusivi con la degustazione e con i top chef sarà fittissimo e vario. Accontenterà sia esperti ed appassionati che semplici amanti della cucina e neofiti dei fornelli. Grande attenzione sarà dedicata all’esperienza pratica, grazie a incontri ravvicinati con gli chef, durante i quali ci si potrà mettere alla prova e scoprire i trucchi del mestiere. Inoltre, si sa, dove c’è buon cibo non può mancare il buon vino! A Taste of Roma varrà la pena fermarsi in uno dei diversi wine bar e farsi guidare dall’esperienza del team di professionisti della storica Enoteca Trimani che abbineranno le migliori etichette ai piatti proposti dai ristoranti partecipanti. Immancabili gli appuntamenti con le attività proposte dai prestigiosi partner coinvolti come Electrolux, Voiello e Trimani:

Electrolux Chefs’ Secrets,  la scuola di cucina
Una vera e propria scuola di cucina in cui poter perfezionare le proprie capacità facendo tesoro di segreti e consigli svelati dagli chef. Sarà possibile seguire fino a 24 corsi, della durata di 30 minuti, con  24 postazioni di lavoro dotate di elettrodomestici innovativi, con la presenza costante di uno chef dell’Electrolux Chef Academy e gestita in collaborazione con la scuola di cucina A Tavola con lo chef.


Electrolux Taste Theatre,  in cucina con gli chef
L’Electrolux Taste Theatre quest’anno si rinnova! Gli chef scenderanno dal palco per essere più vicini al pubblico. Gli showcooking per ogni sessione saranno quattro e tematici. Ogni sessione, infatti, approfondirà un tema diverso e lo farà proponendo un menù completo che prevederà: antipasto, primo, secondo e dolce. I protagonisti? Ovviamente alcuni tra i più importanti Chef appartenenti al panorama della cucina italiana, insieme ad uno chef dell’Electrolux Chef Academy.

Electrolux VIP Hospitality Area
Nell’area Lounge gli chef dell’Electrolux Chef Academy e altri illustri ospiti sveleranno al pubblico i loro segreti per piatti dai sapori straordinari. Qui, in loro compagnia e dei piatti che presenteranno, si potranno scoprire le migliori apparecchiature domestiche e le nuove tecniche di cottura.

Il Wine Caveau
100 vini top, mitici, leggendari proposti non per essere acquistati e conservati in una cantina a prendere polvere in attesa di diventare marsala, ma venduti, stappati, bevuti (e goduti) al bicchiere in compagnia di amici o di chi condivide questa passione.
Per raccogliere questi tesori siamo entrati di nascosto nelle cantine dei nostri ristoranti; abbiamo avuto accesso alle collezioni private di importanti maison come Antinori, Krug, Veuve Clicquot; abbiamo corrotto i fratelli Trimani affinchè concedessero ai nostri occhi e ci auguriamo ai vostri palati delle bottiglie passate indenni a generazioni di giovani Trimani bramosi di assaggiarle. 
Vini diversi, ma accomunati dal fatto di essere unici e, il più delle volte, introvabili. Sarà una sola, però, la chiave per aprire queste “rarità enologiche”: la condivisione. Ogni etichetta, infatti, verrà proposta con relativo prezzo al bicchiere e non appena sarà raggiunto il numero minimo di persone a copertura del costo di acquisto lo stappo e l’esperienza diventerà reale per i fortunati partecipanti.

The Lab
Lo spazio The Lab coinvolge i migliori pasticceri, panettieri, pizzaioli e chef in brevi mini-lezioni da 30 minuti in cui una decina di eletti possono mettere ‘le mani in pasta’ con la guida di maestri d’eccezione e scoprire, da chi ancora mette in pratica ogni giorno lavorazioni antiche o più moderne, i trucchi dell’impasto o la ricetta perfetta. Anche quest’anno The Lab sarà affidato alla maestria della scuola di Angelo Troiani -  Coquis Ateneo Italiano della Cucina.

Blind Taste
Stimolare la fantasia per riconoscere i sapori ‘al buio’ e scoprire di possedere un sesto senso, quello “gastronomico”: questo è quello che il Blind Taste è in grado di farvi scoprire. Il pubblico, bendato, si siederà intorno ad un grande tavolo e sarà guidato all’assaggio con indizi e curiosità in questa esperienza sensoriale fuori dal comune. Si rimarrà stupiti quando in bocca si assaporeranno abbinamenti strani, particolari, misteriosi che saranno riconosciuti solo attraverso l’olfatto e il gusto.

Area Kids
Mentre i più grandi parteciperanno a Taste of Roma e alle sue varie iniziative tra gli assaggi di piatti prelibati preparati dagli chef e un sorso di buon vino, i più piccoli saranno coinvolti in esperienze interattive in un’area ludica realizzata in collaborazione con Zero6 e lenuovemamme.it. Potranno divertirsi tra libri, giochi e laboratori, diversificati a seconda del target di età, in cui potranno vivere veri e propri percorsi di educazione al gusto, all’alimentazione sana e sostenibile per l’ambiente. 

Le degustazioni verticali di Voiello
I visitatori verranno accolti nello spazio dedicato a Voiello e saranno accompagnati da uno chef alla scoperta di un percorso multisensoriale. Vista, olfatto e gusto saranno sollecitati soprattutto dalle degustazioni verticali, il cuore della presenza Voiello a Taste of Roma: lo chef sarà la voce narrante e accompagnerà il pubblico nel percorso di assaggio e lo inviterà a concentrarsi sui sensi coinvolti; protagonista assoluta sarà la pasta, esaltata da diversi amplificatori di gusto, in un’escalation di intensità per scoprire e apprezzare le diverse consistenze, i profumi delle erbe aromatiche, la viscosità dell’olio extravergine, le note acide del pomodoro e quelle sapide dei formaggi.

TASTE OF ROMA 2014: dove e quando
Taste of Roma si terrà dal 18 al 21  settembre 2014 presso l’Auditorium Parco della Musica, Roma secondo i seguenti orari:

Giovedì 18 Settembre ore 19 / ore 24
Venerdì 19 Settembre ore 12 / 15.30 (solo su invito)
Venerdì 19 Settembre ore 19 / ore 24
Sabato 20 Settembre ore 12 / 17
Sabato 20 Settembre ore 19 / ore 24
Domenica 21 Settembre ore 12.30 / ore 22.00 (sessione unica)

Il programma:
Calendario 2014

Gastronomia:
Ristoranti
Chef
Chef Ospiti

I menù:
I menù del 2014

Ingresso:
16 € Standard  (+ commissioni servizio Listicket )
55 € Vip in quantità limitata (+ commissioni servizio Listicket )
39 € Corso di cucina (+ commissioni servizio Listicket )
8 € Ragazzi 12 - 16 anni (+ commissioni servizio Listicket )
5 € Ragazzi 5 – 12 ANNI (+ commissioni servizio Listicket )
Libero per bambini (< 5 anni)
I dettagli delle tipologie di biglietto

Informazioni e prevendita:
Taste of Roma
Email: info@tasteofroma.it