venerdì 7 agosto 2020

Covid-19 e l'impatto sulle macro tendenze chiave che guidano e plasmano l'industria del vino e distillati

Uno studio dell'IWSR valuta l'impatto del Covid-19 su sei macro tendenze chiave che guidano e plasmano l'industria globale di vino e distillati.





Una ricerca dell'IWSR, una delle principali società internazionali di ricerca e consulenza nel mondo delle bevande alcoliche, ha identificato sei macro tendenze chiave che stanno guidando e plasmando il settore: digital ed e-commerce; premiumizzazione; evoluzione delle tradizioni; pressioni esterne; salute e consumo etico; abitudini e pratiche associate al consumo di bevande alcoliche.

Le macro tendenze hanno un’impronta culturale e sociologica ed analizzano uno scenario ampio che può estendersi fino a cinque anni in avanti. Nell'ambito del report IWSR Global Trends 2020 pubblicato di recente, gli analisti di IWSR valutano l'impatto che Covid-19 avrà su queste macro tendenze a breve, medio e lungo termine e nei principali mercati globali. Tra quelle elencate si evidenziano tre macro tendenze:

Premiumizzazione

La premiumizzazione è legata all'attenzione dei consumatori che preferiscono nei loro calici prodotti artigianali e locali, a conferma del valore della territorialità. Si prevede che gli alcolici di qualità superiore aumenteranno la loro quota di mercato globale del volume del 13% entro il 2024, poiché i consumatori continuano a privilegiare la qualità rispetto alla quantità, compresi i cocktail. In termini di valore sono la Cina ed a seguire gli Stati Uniti i più grandi mercati di vini e liquori premium al mondo. In entrambi i paesi, i marchi premium, dovrebbero aumentare la loro quota di mercato in volume di circa un punto percentuale tra il 2020 e il 2024, proprio a ragione che la tendenza alla premiumizzazione continua a influenzare gli sviluppi del mercato.

Evoluzione delle tradizioni

I cambiamenti generazionali modificano il comportamento dei nuovi consumatori. I prodotti e le esperienze locali - accelerati dalle restrizioni di viaggio e dai confini chiusi durante la pandemia - continueranno a guadagnare popolarità. L'adattamento alle restrizioni e alle chiusure dei bar e dei ristoranti all'aperto ha costretto i consumatori - in particolare tra le generazioni più giovani - a sviluppare nuove abitudini di consumo che probabilmente persisteranno in futuro. Le categorie di alcolici che dovrebbero continuare a guidare la tendenza della globalizzazione includono la tequila premium e gli aperitivi a base alcolica, che dopo il crollo a causa del Covid-19, dovrebbero tornare ad una crescita sostenuta già entro il 2021, con volumi in aumento di quasi il 16% rispetto ai livelli del 2019.

Salute e consumo etico

Maggiore attenzione alla salute, al benessere personale e all'impatto delle scelte sull'ambiente e sulla società in generale. I bevitori attenti alla salute adottano generalmente una politica di moderazione, riducendo il volume o riducendo le occasioni. Vini naturali, basso contenuto alcolico, minor quantità di calorie, sugar e gluten free sono sempre più ricercati, sulla scia degli effetti della pandemia. I principali mercati di vino biologico saranno Germania, Francia, Regno Unito, Stati Uniti, Svezia e Giappone. Il consumo di birra a basso contenuto di alcol e senza alcol, nei principali paesi,  sarà destinato ad aumentare del 4,45% entro il 2024

Nessun commento:

Posta un commento