venerdì 16 febbraio 2018

OIV. 13 varietà di uva coprono un terzo della superficie vitata mondiale. Ecco l'elenco




"Dei 10.000 vitigni conosciuti in tutto il mondo, 33 rappresentano la metà della superficie coltivata a vigneto internazionale", afferma un rapporto dell'Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino (OIV). Basando la sua classifica sui dati del 2015, l'organizzazione elenca le tredici varietà più diffuse in tutto il mondo; queste varietà rappresentano da sole un terzo della superficie del vigneto globale.


La classifica è guidata dal Kyohō, vitigno di origine giapponese che produce uva da tavola e coltivato principalmente in Cina, copre 365.000 ettari (equivalenti al 4,8% della superficie del vigneto globale). Questa famosa varietà rappresenta ben il 44% del vigneto cinese, ma è coltivato anche in Brasile e Nord America. Il vitigno principale da uve da vino è invece il Cabernet Sauvignon, con 340.000 ha (il 4,5% del vigneto mondiale), diffuso in tutto il mondo oggi questo vitigno copre fino al 9% della superficie dei vigneti negli Stati Uniti.

La classifica di OIV delle principali varietà di uva piantate in tutto il mondo nel 2015 è la seguente:

- Kyohō (uva da tavola): 365,000 ha;

- Cabernet-Sauvignon (uva da vino): 340,000 ha;

- Sultanina bianca (uva da vino, produzione di uva passa): 300,000 ha;

- Merlot (uva da vino): 266,000 ha;

- Tempranillo (uva da vino): 231,000 ha;

- Airen (uva da vino e distillazione): 218,000 ha;

- Chardonnay (uva da vino): 211,000 ha;

- Syrah (uva da vino): 190,000 ha;

- Grenache noir o Garnacha tinta (uva da vino): 163,000 ha;

- Red Globe (uva da tavola): 160,000 ha;

- Sauvignon blanc (uva da vino): 121,000 ha;

- Pinot noir o Blauerburgunder (uva da vino): 115,000 ha;

- Ugni blanc o Trebbiano Toscano (uva da vino): 111,000 ha.

Nessun commento:

Posta un commento