sabato 16 gennaio 2016

Cinema&Vino: Saint Amour

SAINT AMOUR, UN NUOVO FILM SUL VINO
Il legame cinema e vino diventa sempre più stretto. La risposta francese a Sideways. Il confronto tra padre e figlio si dipana lungo le strade del vino. Nelle sale il 2 di marzo

"L'alchimia del vino è misteriosa come quella del cinema" parola di Gérard Depardieu, protagonista di Saint Amour il nuovo film sul mondo del vino ambientato tra i vigneti di Francia. Le physique du rôle di certo non gli manca. Appassionato gourmand e grande bevitore (in una intervista a So Film UK ha dichiarato di bere fino a 14 bottiglie di vino rosso al giorno), il noto attore francese è anche proprietario di alcuni vigneti in Francia, Pantelleria e Crimea.

Il film per la regia di Gustave Kervern Benoît Delépine racconta di Jean, un allevatore di bestiame e padre di Bruno (interpretato da Benoît Poelvoorde), che vuole vincere la competizione grazie al toro Nabucodonosor e convincere il figlio ad occuparsi dell'azienda di famiglia. Ma la passione di Bruno prenderà il sopravvento, e sarà il filo conduttore del viaggio che padre e figlio intraprenderanno insieme tra i vigneti di Francia. Accompagnati dallo strambo tassista Mike, i due partono per un'avventura che metterà in discussione i loro sentimenti.

Saint Amour prende il titolo dal nome di uno dei Cru del Beaujolais, una zona della Francia conosciuta a livello mondiale soprattutto per il suo Beaujolais Nouveau ottenuto tramite macerazione carbonica. Beaujolais è la patria del Gamay e di fatto in questa regione si producono quasi esclusivamente vini rossi, tuttavia si registra anche una piccola produzione di vini bianchi prodotti da uve Chardonnay e Aligoté.

I vini di Beaujolais sono classificati in tre categorie di qualità crescente: Beaujolais, Beaujolais-Villages e Beaujolais Cru. A differenza delle altre zone Francesi, qui il termine cru non viene utilizzato per definire vigneti specifici ma indica uno dei dieci villaggi considerati fra i migliori della zona e con notevoli differenze tra loro, tra questi, oltre a Saint-Amour, conosciuto ed apprezzato per le sue qualità che uniscono freschezza ed intensità, troviamo Brouilly, Chiroubles, Chénas, Côte de Brouilly, Fleurie, Juliénas, Morgon, Moulin-à-Vent, Régnié. Della magia di questo territorio in cui questi vini si esprimono ne avremo un piccolo assaggio attraverso il film, ma il consiglio è di visitarlo direttamente in un vostro prossimo viaggio. 

Nessun commento:

Posta un commento