martedì 3 luglio 2018

Vino&Mercati. Giappone: il Soave è sempre più “by the glass”

Al via la sesta edizione di Soave “By the Glass”, con numeri sempre più in crescita nel paese del Sol Levante e che si concluderà il 15 agosto.




A 5 anni dalla sua partenza, Soave By the Glass, la campagna promozionale del Consorzio Tutela Vino Soave nel mercato giapponese, tira le somme e si proietta nei prossimi anni.

Il progetto nato in collaborazione con Wellcom, ICE Italia e Shigeru Hayashi ha avuto una crescita esponenziale sia nel numero di ristoranti coinvolti (da 98 a 385) sia nel numero di bottiglie vendute (da 1.700 a oltre 12.000). Un successo oltre le aspettative che ha portato il Soave a essere il vino bianco italiano più conosciuto in Giappone e che crea un coinvolgimento di ristoranti di tutta la nazione. Una vera e propria competizione, dove i vari ristoratori generano anche contenuti creativi di promozione, dalle magliette ai gadget dedicati, alle serate a tema, creando un movimento importante intorno alla denominazione che viene poi riflesso sui social network.

Una campagna pensata su più livelli e target, con un’azione mirata sia sugli importatori che sono sempre in prima linea per il buon successo dell’iniziativa, sia sugli operatori del settore che sposano ogni anno con entusiasmo l’azione promozionale. La novità del 2018 è stato il coinvolgimento della ristorazione tipica giapponese che ben si sposa con il Soave; non solo sushi o sashimi ma anche abbinamento con pollo teriyaki e tempura. Per questo motivo i ristoratori premiati sono stati divisi in varie categorie e oltre a chi vende più bottiglie verranno premiati i ristoranti a seconda della tipologia di cucina che presentano.

Oltre alla promozione si è lavorato anche sulla ricerca di partner per le aziende che grazie a B2B mirati sono riuscite a entrare nel mercato giapponese e intraprendere delle solide relazioni commerciali che saranno sempre più fruttuose a partire dal 2019 quando verranno aboliti di dazi commerciali tra l’Italia e il Giappone grazie al free trade agreement e che culmineranno nel 2020 con le Olimpiadi di Tokyo.

« L’azione sul mercato giapponese continuerà sicuramente nei prossimi anni – spiega Sandro Gini Presidente del Consorzio – rafforzeremo la campagna promozionale aggiungendo nuove stimolanti iniziative sia per le aziende che per gli operatori del settore, per rendere ancora più forte il legame tra il Soave e il Giappone. ».

Nessun commento:

Posta un commento