Passa ai contenuti principali

Vino&Territori, la ricerca scientifica apre le porte al grande pubblico. Torna "Tutti giù in Cantina" il Festival della Cultura del Vino

Il CREA Viticoltura ed Enologia di Velletri apre le porte alla quarta edizione di "Tutti giù in Cantina". Degustazioni guidate, banchi d’assaggio ed area food, reading enoletterari, visite al vigneto del CREA. Tra storia, arte e scienza alla scoperta delle tradizioni di un territorio unico, sotto il segno della cultura del vino. Paese straniero, ospite la Germania, che esporrà i suoi vini e prodotti tipici.




Dal 29 giugno al 1 luglio 2018, presso il CREA Viticoltura ed Enologia di Velletri, si svolgerà la IV edizione di “Tutti giù in cantina”, una manifestazione che è ormai a pieno titolo tra i più importanti festival della cultura del vino della regione Lazio e un punto di incontro per tutti i winelovers e appassionati di enogastronomia.

I partner della manifestazione che hanno dato il patrocinio sono la Regione Lazio, l’AIEE (Associazione Enologi Enotecnici Italiani Sez. Lazio-Umbria), la FISAR (Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori Delegazione di Roma e Castelli Romani), il comune di Velletri e altre associazione culturali locali.

All’interno della struttura, dislocati tra i vigneti e il parco, saranno posizionati degli stands che, in una sorta di una cittadella dell’enogastronomia, ospiteranno prestigiose cantine proventi da gran parte delle regioni italiane.

Paese straniero, ospite di questa edizione sarà la Germania, che esporrà i suoi vini e prodotti tipici.

All’apertura della manifestazione saranno presenti l’Ambasciatore tedesco in Italia, Susanne Marianne Wasum-Rainer e il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti ed il Direttore del CREA viticoltura ed enologia Riccardo Velasco.

Gli eventi in programma:

Venerdì 29 giugno

- 18.00 Apertura ufficiale manifestazione alla presenza delle autorità, a seguire apertura Banchi di Assaggio Vini, Area Food, installazione artistica “Vite a rendere”, estemporanea di pittura “Vinarelli”

- 19.00 Degustatio Magistralis “La Germania del vino: tutti i colori del bianco”, in collaborazione con Verband Deutscher Prädikatsweingüter – Nicoletta Dicova

- 21.30 “Dal vignarolo al sommelier”. Degustazione diacronica a cura di Simona Soprano e Maurizio Taglioni

- 22.30 World Wine Blues. Reading musicale con Enrico Lopez (voce narrante) e Marco Caracci (chitarra e armonica)

Sabato 30 giugno 

- 18.00 Apertura manifestazione con Banchi di Assaggio Vini, Area Food, installazione artistica “Vite a rendere”, estemporanea di pittura “Vinarelli”

- 18.30 “Per sempre maritati. L’Italia, la Germania, il vino nei diari e nei dipinti dei grand tourists” a cura del Prof. Marco Nocca

- 19.30 Degustatio magistralis - Ars Magna. I grandi cru di Omina Romana con Fabio Ciarla

- 21.30 “Letture etiliche”. Performance teatrale di Lina Bernardi con degustazione vini

- 22.15 “Smoke on the wine” Laboratorio sensoriale sigari & vino con Paolo Faticanti in collaborazione con Club Amici del Toscano

Domenica 1 luglio

- 11.00 Apertura manifestazione con Banchi di Assaggio Vini, Area Food, installazione artistica “Vite a rendere”, estemporanea di pittura “Vinarelli”

- 11.30 Premiazione Concorso Dall’uva al Vino degli alunni delle scuole primarie

- 12.30 Cucinare con il vino. Showcooking con lo chef Alessio Ciampanella (Ristorante L’arte d’amare gli antichi sapori) in collaborazione con archfood. Abbinamento vini a cura dei sommelier FISAR Roma e Castelli Romani

- 16.00 “Ridisegnare i paesaggi e culture del vino con la genetica e l’archeologia delle varietà viticole”, con Stefano Dellungo

- 18.00 “Il vino nell’antico Lazio, tra storia e mito” di Henos Palmisano Con degustazione dei vini del territorio

- 19.00 Degustatio Magistralis – Nobili si nasce! Grande verticale di Nobile di Montepulciano az. Carpineto con Paolo Pietromarchi, CREA Viticoltura ed Enologia

- 20.30 Asta di beneficenza: bottiglie uniche, rare e di grandi annate

Commenti

Post popolari in questo blog

Festival delle Scienze di Roma 2023 - Immaginari

Dal 18 al 23 aprile 2023 il Festival delle Scienze di Roma torna all’Auditorium Parco della Musica “Ennio Morricone” con la sua XVIII edizione. Incontri, conferenze, laboratori. Dal 18 - 23 aprile 2023. IMMAGINARI è il tema di questa edizione dedicata all’immaginazione, uno degli strumenti più potenti che ci permette di concepire opere d'arte, nuove tecnologie e ci consente di trovare soluzioni a problemi quotidiani. La scienza non sarebbe la stessa se non avessimo come alleata l’immaginazione per avviare ricerche e formulare ipotesi, interpretare dati e perseguire risultati migliori. Ed è dalle interazioni delle immaginazioni individuali che emergono gli immaginari condivisi che influenzano il modo in cui organizziamo le società. Oggi più che mai abbiamo bisogno di coltivare questi immaginari, per ripensare il presente e, soprattutto, plasmare possibili futuri. Da mercoledì 19 a sabato 22 aprile quattro incontri anche presso le Biblioteche di Roma, QUI IL PROGRAMMA . Prodotto dall

Lotta agli insetti alieni, Lycorma delicatula: un nuovo flagello della viticoltura mondiale. Uno studio indaga su comportamento e dispersione nell'ambiente

Uno nuovo studio statunitense per contrastare l'avanzata di un nascente insetto alieno candidato a diventare il nuovo flagello della viticoltura mondiale. Si tratta della Lycorma delicatula, un insetto dall'aspetto simile alla coccinella ma che a differenza di questa provoca danni consistenti ai vigneti. La Lanterna macchiata, così come viene chiamata dagli agricoltori, si è diffusa per la prima volta in Corea anche se originaria della Cina e ha già raggiunto, infestandoli, i vigneti della Pennsylvania. La lotta agli insetti alieni non permette soste, la ricerca si sta muovendo velocemente nel contrastare un nuovo flagello destinato a mettere sotto scacco la viticoltura mondiale. Si tratta della Lycorma delicatula, un insetto dall'aspetto simile alla coccinella, gli agricoltori la chiamano Lanterna macchiata, in inglese Spotted Lanternfly. Si è diffusa per la prima volta in Corea anche se è originaria della Cina. Nel 2014 ha raggiunto i vigneti della contea di Berks, in Pen

Scienza, sviluppato dispositivo per misurare il metanolo nel vino

Ricercatori svizzeri hanno sviluppato un dispositivo economico che rileva basse concentrazioni di metanolo nel vino. La nuova tecnologia può essere utilizzata sia da i consumatori che dai produttori ed è in grado di rilevare valori di metanolo in soli due minuti. Perdita di coscienza fino al coma, disturbi visivi fino alla cecità, acidosi metabolica. Sono i segni caratteristici dell’intossicazione da alcool metilico o metanolo. In piccolissime percentuali, l’alcool metilico, è un componente naturale del vino ma che se aumentato dolosamente, provoca danni permanenti, portando anche alla morte. E' bene ricordare che più di trent'anni fa e purtroppo proprio in Italia, si verificò il più grave scandalo nel settore del vino. Si tratta del triste episodio del "vino al metanolo" che nel marzo 1986 provocò 23 vittime e lesioni gravissime a decine di persone come la perdita della vista. Al quel particolare vino erano state aggiunte dosi elevatissime di metanolo per