Passa ai contenuti principali

Zola Jazz&Wine 2013

Zola Jazz&Wine 2013. XIV Edizione

Dal 23 maggio al 6 luglio 2013 torna Zola Jazz&Wine, la rassegna di musica jazz e degustazioni di vino, promossa dal Comune di Zola Predosa con il patrocinio della Provincia di Bologna e della Regione Emilia-Romagna: sette appuntamenti doc all’insegna del grande jazz e degli ottimi vini dei Colli Bolognesi, tra cui il celebre Pignoletto DOCG. 

Arrivata alla XIV edizione la rassegna si rinnova e cambia formula: le tradizionali serate infrasettimanali ospitate nelle cantine vinicole del territorio, acquistano un carattere ancora più intimo e d’atmosfera, in stile “jazz club”, con tavolini all’aperto dove sorseggiare il vino ascoltando concerti acustici e di grande atmosfera. 

A questi appuntamenti si affianca un intero fine settimana dedicato alla contaminazione tra jazz e pop, che vedrà l’esibizione di grandi nomi della musica jazz, quali Stefania Martin, Fulvio Sigurtà e Danilo Rea, all’interno della prestigiosa area museale Ca’ la Ghironda, una delle più importanti collezioni private d’arte moderna e contemporanea. 

Ma non è finita qui, ad attendere il pubblico ci saranno infatti i soggiorni d’autore nel confortevole resort del Museo, ideali per godersi un rilassante fine settimana sulle colline di Zola Predosa immersi nella natura, nell’arte, nella musica e nei sapori del territorio (prezzi a partire da €149 per due persone validi per le giornate del 5 e 6 luglio 2013). 

Spazio anche alla sostenibilità con l’iniziativa Jazz&Wine a pedali, itinerario enomusicale per bikers intenditori, realizzato in collaborazione con il Monte Sole Bike Club in occasione del Festival del Turismo Responsabile I.TA.Cà., che partirà giovedì 30 maggio dal centro di Bologna fino a Zola Predosa seguendo piste ciclabili e percorsi meno conosciuti per raggiungere l’Azienda Lodi Corazza, sede del secondo concerto, dove è prevista una veloce cena e l’esclusiva visita alla cantina guidati dai proprietari.

Anche per il 2013 si rinnova il progetto di gemellaggio Jazz&Wine d’Italia, avviato lo scorso anno dalla rassegna Zola Jazz&Wine con alcuni tra i migliori festival Jazz&Wine d’Italia: il festival Jazz&Wine in Montalcino (SI), organizzato dalla cantina Castello Banfi e il Jazz&Wine of Peace Festival di Cormòns (GO), organizzato dal circolo culturale Controtempo. Per rafforzare ulteriormente la sinergia creata dalla rete di gemellaggi, Zola Jazz&Wine ospiterà la mostra dei disegni di Hans Horst Semier, Magic Moments, che ritrae musicisti immortalati durante i concerti tenuti a Cormòns, nelle passate edizioni di Jazz & Wine of Peace.

La rassegna si aprirà giovedì 23 maggio con una serata gratuita dedicata alla cittadinanza al Centro Socio Culturale Sandro Pertini, dove si esibirà la band A sound of Charles con un omaggio al grande Charles Mingus; a seguire giovedì 30 maggio all’Azienda Lodi Corazza con i Modus, che proporranno una serata all’insegna dell’improvvisazione, tra tradizione e modernità. 

Sarà poi la volta dei Barend Middelhoff trio, che si esibiranno giovedì 6 giugno all’Azienda Manaresi: un trio internazionale, che vede per la prima volta insieme Barend Middelhoff, Emiliano Pintori e la stella australiana Adam Pache. 

Seguirà giovedì 13 giugno all’Azienda Terre Rosse Joe Pisto trio che presenterà London Vibes, l’album di esordio come cantante di Joe Pisto. Giovedì 20 giugno l’Azienda Gaggioli ospiterà Fontana-Calzolari duo, con un tributo alla Baronessa del Jazz Pannonica de Koenigswarter, a.k.a. Nica. 

L’ultimo appuntamento infrasettimanale sarà giovedì 27 giugno presso l’Azienda Bortolotti con il trio di Chiara Pancaldi, che presenterà il suo disco d’esordio The song is you, un omaggio al jazz degli anni ’50 e ’60.

L’edizione 2013 si chiuderà nella prestigiosa sede museale di Cà la Ghironda con un ricco weekend all’insegna del grande jazz: venerdì 5 luglio, saliranno sul palco gli SMOG, il Stefania Martin Open Group, guidato da Stefania Martin, che per l’occasione condividerà il palco con il noto trombettista Fulvio Sigurtà. Sabato 6 luglio, gran finale con Danilo Rea, uno dei migliori pianisti jazz italiani, presentato e introdotto da Gerlando Gatto, illustre giornalista e critico jazz che guiderà il pubblico nell’ascolto e nella fruizione del concerto.

Assistere ai concerti sarà quest’anno ancora più semplice e conveniente, grazie al servizio navetta gratuito, in funzione per le due serate del 5 e 6 luglio, che collegherà il centro di Bologna a Ca’ La Ghironda, sede dei concerti del fine settimana, e alle nuove formule carnet che permetteranno di partecipare alle serate a prezzi estremamente vantaggiosi. 


Per maggiori informazioni:
www.zolajazzwine.it
www.facebook.com/zolajazzwine

Commenti

Post popolari in questo blog

Festival delle Scienze di Roma 2023 - Immaginari

Dal 18 al 23 aprile 2023 il Festival delle Scienze di Roma torna all’Auditorium Parco della Musica “Ennio Morricone” con la sua XVIII edizione. Incontri, conferenze, laboratori. Dal 18 - 23 aprile 2023. IMMAGINARI è il tema di questa edizione dedicata all’immaginazione, uno degli strumenti più potenti che ci permette di concepire opere d'arte, nuove tecnologie e ci consente di trovare soluzioni a problemi quotidiani. La scienza non sarebbe la stessa se non avessimo come alleata l’immaginazione per avviare ricerche e formulare ipotesi, interpretare dati e perseguire risultati migliori. Ed è dalle interazioni delle immaginazioni individuali che emergono gli immaginari condivisi che influenzano il modo in cui organizziamo le società. Oggi più che mai abbiamo bisogno di coltivare questi immaginari, per ripensare il presente e, soprattutto, plasmare possibili futuri. Da mercoledì 19 a sabato 22 aprile quattro incontri anche presso le Biblioteche di Roma, QUI IL PROGRAMMA . Prodotto dall

Lotta agli insetti alieni, Lycorma delicatula: un nuovo flagello della viticoltura mondiale. Uno studio indaga su comportamento e dispersione nell'ambiente

Uno nuovo studio statunitense per contrastare l'avanzata di un nascente insetto alieno candidato a diventare il nuovo flagello della viticoltura mondiale. Si tratta della Lycorma delicatula, un insetto dall'aspetto simile alla coccinella ma che a differenza di questa provoca danni consistenti ai vigneti. La Lanterna macchiata, così come viene chiamata dagli agricoltori, si è diffusa per la prima volta in Corea anche se originaria della Cina e ha già raggiunto, infestandoli, i vigneti della Pennsylvania. La lotta agli insetti alieni non permette soste, la ricerca si sta muovendo velocemente nel contrastare un nuovo flagello destinato a mettere sotto scacco la viticoltura mondiale. Si tratta della Lycorma delicatula, un insetto dall'aspetto simile alla coccinella, gli agricoltori la chiamano Lanterna macchiata, in inglese Spotted Lanternfly. Si è diffusa per la prima volta in Corea anche se è originaria della Cina. Nel 2014 ha raggiunto i vigneti della contea di Berks, in Pen

Scienza, sviluppato dispositivo per misurare il metanolo nel vino

Ricercatori svizzeri hanno sviluppato un dispositivo economico che rileva basse concentrazioni di metanolo nel vino. La nuova tecnologia può essere utilizzata sia da i consumatori che dai produttori ed è in grado di rilevare valori di metanolo in soli due minuti. Perdita di coscienza fino al coma, disturbi visivi fino alla cecità, acidosi metabolica. Sono i segni caratteristici dell’intossicazione da alcool metilico o metanolo. In piccolissime percentuali, l’alcool metilico, è un componente naturale del vino ma che se aumentato dolosamente, provoca danni permanenti, portando anche alla morte. E' bene ricordare che più di trent'anni fa e purtroppo proprio in Italia, si verificò il più grave scandalo nel settore del vino. Si tratta del triste episodio del "vino al metanolo" che nel marzo 1986 provocò 23 vittime e lesioni gravissime a decine di persone come la perdita della vista. Al quel particolare vino erano state aggiunte dosi elevatissime di metanolo per