" you wine magazine

giovedì 2 maggio 2013

Verona: Le Piazze dei Sapori 11^ Edizione


Dal 2 al 5 maggio Piazza Bra torna ad essere la vetrina dell’alta enogastronomia italiana. Il salotto di Verona si trasforma per l’undicesimo anno consecutivo in una delle più importanti vetrine nazionali dell’enogastronomia italiana.

Dal 2 al 5 maggio, infatti, Piazza Bra ospita “Le Piazze dei Sapori”, l’evento organizzato da Confesercenti Verona che porta ai piedi dell’Arena oltre 100 aziende della tradizione gastronomica tricolore, accuratamente selezionate tra migliaia di imprese del settore.



Ogni Regione italiana sarà rappresentata lungo il Liston del Gusto con microimprese che hanno fatto della qualità il loro principale cavallo di battaglia, proponendo produzioni particolari e in alcuni casi sconosciute al grande pubblico.

Dopo il successo dello scorso anno, inoltre, torna anche l’area Sapori d’Europa, un assaggio della cultura alimentare del Vecchio Continente. Nello spazio dedicato saranno presenti l’Austria, la Spagna, la Polonia, la Germania e l’Olanda.

Le Piazze dei Sapori, organizzata dalla Confesercenti di Verona in collaborazione con il Comune di Verona e gode del patrocinio dell’Enit, l’Ente Nazionale Italiano per il Turismo, del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, della Regione Veneto e della Provincia di Verona, punta a ripetere il successo dello scorso anno, quando più di 150 mila visitatori hanno preso d’assedio nei 4 giorni il centro storico cittadino, godendo, oltre che dell’aspetto commerciale, anche di tutti gli eventi collaterali che l’evento porta con sé.

In questa undicesima edizione grande spazio sarà dato ai laboratori e agli incontri d’autore, sulla spinta che i mass media stanno dando alla cultura culinaria.

Nell’area Dolcemente Verona, all’interno di un ottagonale di 90 metri quadri sullo sfondo di Via Mazzini, le pasticcerie veronesi accoglieranno i visitatori per partecipare a vere e proprie lezioni di pasticceria, con 10 attività giornaliere che impegneranno i pluripremiati artigiani scaligeri dalle 9 alle 19.

La partecipazione a questi Laboratori è completamente gratuita, mentre la degustazione finale avverrà previa offerta libera in favore dell’associazione All Togheter For Children, partner dell’iniziativa.

Gli incontri con gli autori, invece, si svolgeranno nell’area messa a disposizione da la Feltrinelli e in collaborazione con la stessa, e prevedono tre appuntamenti nelle giornate di giovedì, venerdì e sabato con altrettanti autori di libri e manuali legati all’enogastronomia e la cucina.

L’area Promoterritori quest’anno ospiterà tre protagonisti: la Camera di Commercio di Reggio Emilia, che presenterà i prodotti tipici del proprio territorio, come l’Aceto Balsamico Tradizionale e il Parmigiano Reggiano; il Salento, con otto microproduttori che proporranno il meglio dell’enologia e della gastronomia di quell’area della Puglia e infine l’Associazione Pizzaioli di Verona che preparerà il rinomato piatto partenopeo in “salsa veronese”, inserendo tra gli ingredienti le produzioni DOP e IGP scaligere, come il Radicchio Rosso, il Monte Veronese e gli Asparagi.

Ai piedi di Palazzo Barbieri, invece, spazio alla musica e all’intrattenimento con Dolci Note, che per questa undicesima edizione si concentrerà nella giornata di domenica. 

Come nelle precedenti edizioni non mancherà il premio Guardiano del Gusto, che quest’anno verrà assegnato al termine della degustazione guidata nella serata di venerdì. 

In gara ci saranno tre giovani aziende emergenti dell’Olio Monocultivar e del vino della vallata di Mezzane.

Sempre presente anche l’area Gustare in Bra, dove i prodotti presenti sul Liston del Gusto potranno essere degustati in uno scenario unico come quello di Piazza Bra e ai piedi dell’Arena.

«Ogni anno cerchiamo di portare la qualità a livelli d’eccellenza – ha dichiarato Alessandro Torluccio, coordinatore del progetto di Confesercenti – e in questo modo abbiamo ottenuto importanti riconoscimenti, come il premio “Ok Italia” destinato al miglior progetto di marketing urbano».

Insomma, le Piazze dei Sapori riportano la tradizione a portata di mano, offrendo ai visitatori (che l’anno scorso hanno superato i centotrentamila) un quadro completo dell’Italia “mangereccia”, perché ai veri piaceri del palato, certo non si può rinunciare.

 Info: www.lepiazzedeisapori.com