sabato 20 febbraio 2016

Il Molise a Roma

Il Molise sbarca a Roma. Eccellenze enogastronomiche di una regione straordinaria 
Domenica 28 febbraio - Villa Rinaldo all'Acquedotto -‏ Via Appia Nuova, 1267

È con il Molise il primo appuntamento di una serie che vedrà le regioni italiane presentare le proprie eccellenze nella Capitale. Il Molise a Roma, organizzato da Daniele De Ventura e Elena Matei, si prefigge lo scopo di coinvolgere tutte le aziende molisane del settore enogastronomico con costi di partecipazione che tutte le imprese possono affrontare e garantendo loro la presenza massiccia di operatori invitati appositamente per conoscere i prodotti d’eccellenza presenti.

L'evento, organizzato da Daniele De Ventura, un nome che non ha bisogno di presentazioni, tanto ci ha abituato a farci conoscere ed apprezzare le eccellenze enogastronomiche del nostro Paese direttamente qui nella capitale, sarà un vero e proprio viaggio che ci porterà in questa piccola regione dalle qualità sorprendenti, scoprendo la storia e l’identità che contraddistinguono e definiscono l’unicità di questa regione italiana.

Il Molise, terra misteriosa e ricca di arte, storia, tradizioni, cultura, enogastronomia e straordinari paesaggi incontaminati, dal mare alla montagna, in questo contesto ambientale puro e di suggestiva bellezza nasce una cucina con molte anime, grazie alla varietà del territorio e delle culture che vi convivono. Fiera come la sua gente, la cucina molisana ha saputo conservare i sapori di una volta, un gusto ancora lontano dalle contaminazioni turistiche ed industriali, con specialità che la rendono unica nel panorama nazionale. Le vie della transumanza, la qualità dei pascoli, ricchi di erbe selvatiche particolari, e i sistemi di lavorazione, ancora artigianali, hanno certamente favorito la produzione di ottimi formaggi. 

Una cucina agropastorale, dei contadini e dei pastori, fatta di piatti semplici e saporiti, di carni ovine, zuppe ed erbe selvatiche. Altrettanto interessante, la cucina marinara che declina la varietà del pescato con il patrimonio di ortaggi e verdure delle vicine colline. L'ottimo olio extravergine d’oliva che si produce nell’intera regione si sposa perfettamente con primi piatti di pesce o il sugo di baccalà. Adatto a condire zuppe e minestre di legumi, ma anche tutte le preparazioni alla griglia. E' stato più volte menzionato nella letteratura latina da autori come Catone, Orazio e Cicerone, che lodava la fertilità della terra e la laboriosità degli abitanti. 

Nel panorama vitivinicolo la regione si afferma con un sostanziale aumento della coltivazione della vite, soprattutto nel basso Molise. Le aree strettamente più vocate si individuano nella bassa valle del fiume Biferno e nei pressi del Volturno. Diverse sono le cantine che si vanno affermando sul piano nazionale, la produzione proviene da vitigni come Montepulciano, Aglianico e altre varietà, ma la riscoperta interessante degli ultimi tempi è senz'altro il vitigno autoctono Tintilia, per secoli considerato di qualità eccellente. 

L’evento si svolgerà Domenica 28 febbraio dalle 10 alle 19 presso le strutture di Villa Rinaldo all’Acquedotto in Via Appia Nuova, 1267 ed è rivolto agli operatori del settore, alla stampa ed agli appassionati, solo ed esclusivamente su invito. 

Si richiede l’accredito online da effettuare cliccando qui

Per informazioni:

Daniele De Ventura
ilmolisearoma@gmail.com - t. 334.3290811

Elena Matei
elenaelenamatei@gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento