Passa ai contenuti principali

ITALIA IN ROSA 2013

Chiaretto, Rosati, Rosè a Moniga del Garda, dal 7-9 giugno le eccellenze del rose'

Si rinnova anche quest'anno l'ormai classico appuntamento di fine primavera con "Italia in Rosa": la grande vetrina dei rose' italiani (ma non solo) si prepara infatti a tornare in scena con una VI edizione all'insegna delle novita', in calendario per ben tre giornate da venerdi' 7 a domenica 9 giugno 2013.  

"La cornice sara' ancora una volta quella di Moniga del Garda, sulla riviera bresciana del Benaco, ormai nota a livello nazionale come la Citta' del Chiaretto - spiega il presidente del Consorzio Valtenesi Sante Bonomo- Qui torneranno ad aprirsi i suggestivi giardini della seicentesca Villa Bertanzi, il luogo dove oltre un secolo fa il senatore veneziano Pompeo Molmenti codifico' il procedimento produttivo del Valtènesi Chiaretto Doc, il grande rose' del territorio, protagonista principale di una manifestazione all'insegna del confronto con i vini rosa di tutte le piu' importanti aree vocate italiane".

La formula dell'evento non cambia, pur perfezionandosi ad ogni appuntamento e senza mancare di presentare risvolti sempre piu' interessanti sia per curiosi che per appassionati.

Sull'onda del grande successo riscosso dall'edizione 2012, la manifestazione si amplia a tre giornate: le cantine ospiti saranno circa un centinaio, provenienti da tutta Italia ma anche da Oltralpe, per un totale di oltre 150 etichette in degustazione, con una importante rappresentanza di aziende premiate nel corso delle ultime edizioni del Mondial du Rose' di Cannes e del Concorso Enologico dei Rosati d'Italia di Otranto, due fra le competizioni piu' importanti dedicate a questa tipologia.

Altra novita' di quest'anno e' rappresentata dalla possibilita' per i produttori di presenziare alla manifestazione per presentare personalmente i propri vini a visitatori, operatori e buyer: un'opportunita' di cui una buona parte delle cantine presenti in fiera ha deciso di avvalersi.

"Di particolare rilevanza sara' anche il convegno "Tutti i colori del rosa - Prevedere, estrarre, stabilizzare il colore dei vini rosati", che si terra' sabato 8 alle 14.30 nella sala consiliare degli Comune di Moniga - annuncia Bonomo -. 

Fra i relatori autentiche autorita' del settore come Gilles Masson, direttore del Centre du Rose', e Patricia Ferrero, direttrice dell'Associazione Vini di Bandol. E proprio il Bandol, una delle barriere mondiali del drink-pink, sara' la denominazione ospite di quest'anno, con numerose etichette che andranno ad arricchire il ventaglio di tipologie in degustazione". 

Sempre sabato e' in programma anche la cerimonia di conferimento del Trofeo Pompeo Molmenti al miglior Chiaretto della vendemmia 2012, mentre il cartellone e' completato dalle numerose degustazioni guidate. 

Da quest'anno verra' anche allestito un "wine shop" di Italia in Rosa, ovviamente aperto al pubblico, con la possibilita' di acquistare le etichette degustate in fiera, e sara' presente uno stand delle Donne del Vino capitanato dalla responsabile regionale Cristina Inganni. 

In tutti i ristoranti di Moniga si potra' infine degustare il piatto ufficiale di Italia in Rosa: si tratta del Coregone all'Olio, tipica ricetta di territorio che verra' proposta a partire proprio dalla manifestazione.

Info: www.italiainrosa.it

Commenti

Post popolari in questo blog

Festival delle Scienze di Roma 2023 - Immaginari

Dal 18 al 23 aprile 2023 il Festival delle Scienze di Roma torna all’Auditorium Parco della Musica “Ennio Morricone” con la sua XVIII edizione. Incontri, conferenze, laboratori. Dal 18 - 23 aprile 2023. IMMAGINARI è il tema di questa edizione dedicata all’immaginazione, uno degli strumenti più potenti che ci permette di concepire opere d'arte, nuove tecnologie e ci consente di trovare soluzioni a problemi quotidiani. La scienza non sarebbe la stessa se non avessimo come alleata l’immaginazione per avviare ricerche e formulare ipotesi, interpretare dati e perseguire risultati migliori. Ed è dalle interazioni delle immaginazioni individuali che emergono gli immaginari condivisi che influenzano il modo in cui organizziamo le società. Oggi più che mai abbiamo bisogno di coltivare questi immaginari, per ripensare il presente e, soprattutto, plasmare possibili futuri. Da mercoledì 19 a sabato 22 aprile quattro incontri anche presso le Biblioteche di Roma, QUI IL PROGRAMMA . Prodotto dall

Lotta agli insetti alieni, Lycorma delicatula: un nuovo flagello della viticoltura mondiale. Uno studio indaga su comportamento e dispersione nell'ambiente

Uno nuovo studio statunitense per contrastare l'avanzata di un nascente insetto alieno candidato a diventare il nuovo flagello della viticoltura mondiale. Si tratta della Lycorma delicatula, un insetto dall'aspetto simile alla coccinella ma che a differenza di questa provoca danni consistenti ai vigneti. La Lanterna macchiata, così come viene chiamata dagli agricoltori, si è diffusa per la prima volta in Corea anche se originaria della Cina e ha già raggiunto, infestandoli, i vigneti della Pennsylvania. La lotta agli insetti alieni non permette soste, la ricerca si sta muovendo velocemente nel contrastare un nuovo flagello destinato a mettere sotto scacco la viticoltura mondiale. Si tratta della Lycorma delicatula, un insetto dall'aspetto simile alla coccinella, gli agricoltori la chiamano Lanterna macchiata, in inglese Spotted Lanternfly. Si è diffusa per la prima volta in Corea anche se è originaria della Cina. Nel 2014 ha raggiunto i vigneti della contea di Berks, in Pen

Scienza, sviluppato dispositivo per misurare il metanolo nel vino

Ricercatori svizzeri hanno sviluppato un dispositivo economico che rileva basse concentrazioni di metanolo nel vino. La nuova tecnologia può essere utilizzata sia da i consumatori che dai produttori ed è in grado di rilevare valori di metanolo in soli due minuti. Perdita di coscienza fino al coma, disturbi visivi fino alla cecità, acidosi metabolica. Sono i segni caratteristici dell’intossicazione da alcool metilico o metanolo. In piccolissime percentuali, l’alcool metilico, è un componente naturale del vino ma che se aumentato dolosamente, provoca danni permanenti, portando anche alla morte. E' bene ricordare che più di trent'anni fa e purtroppo proprio in Italia, si verificò il più grave scandalo nel settore del vino. Si tratta del triste episodio del "vino al metanolo" che nel marzo 1986 provocò 23 vittime e lesioni gravissime a decine di persone come la perdita della vista. Al quel particolare vino erano state aggiunte dosi elevatissime di metanolo per