martedì 16 dicembre 2014

Caràvin Street Wine

Caràvin Street Wine: quando il vino va on the road
Car-à-vin nasce per promuovere la cultura del vino "on the road" dando spazio ai giovani produttori che hanno avuto il coraggio di seguire la loro passione



Sulla scia dello street food nasce anche lo street wine, ecco allora Caràvin Street Wine, da un idea di un paio di amici che si sono come dire "sporcati le mani" per realizzare il primo truck dedicato alla cultura del vino in Italia.

Un camion attrezzato a wine bar completamente auto costruito, una carovana itinerante che è possibile incontrare per lo più agli eventi dedicati al cibo di strada (ma si può trovare “parcheggiata” anche ad eventi privati), passione che accomuna gli ideatori, Edoardo Piva e Filippo Torsello, imprenditore e avvocato, che hanno inventato un food truck per divertirsi. 

Con tutte le caratteristiche di un wine bar, visto che in degustazione offre etichette di qualità a prezzi contenuti, con una wine list che varia, tra cantine blasonate e vignerons under 35 dei territori del vino italiano e a bordo può salire anche un sommelier, ma on the road. 

La “Carta dei vini” del momento, propone, per esempio, Terre di San Leonardo 2011 di Tenuta San Leonardo, Ficiligno 2013 di Baglio di Pianetto, Brut di Corte Fusia, Prosecco Doc di Fiol, Montepulciano d’Abruzzo 2013 di Cirelli, Gavi di Gavi 2013 di Marchese Luca Spinola, Qu.ale 2013 di MagistraVini e S.Andrea 2012 di Dominio di Bagno.


Info: caravinstreetwine@gmail.com