venerdì 31 luglio 2015

Vino&Salute

Il vino rosso può prevenire e curare il cancro della bocca
Prove scientifiche dei ricercatori dell'Università del Colorado hanno hanno dimostrato che il resveratrolo contenuto nel vino rosso, previene e curare questo tipo di cancro


Il cancro della bocca o orale è un termine generalmente usato in medicina per qualsiasi crescita di tipo maligno situata nella cavità orale. Secondo l'American Cancer Society, circa 46.000 americani hanno avuto una diagnosi di cancro orale nel 2015. Gli uomini sembrano quelli più esposti a questo tipo di tumore, con un tasso di incidenza doppio rispetto a quello delle donne, ed in particolare per quelli con più di 40 anni.

I ricercatori dell'Università di 'School of Medicine' del Colorado, hanno dimostrato scientificamente che il più famoso dei polifenoli del vino rosso, il resveratrolo, può aiutare a prevenire e curare il cancro orale ed anche quello del collo.

"Stiamo valutando l'uso di resveratrolo purificato come composto per trattare e prevenire il cancro", ha detto Robert Sclafani, professore di Biochimica e Genetica Molecolare in Colorado, che ha recentemente pubblicato i suoi risultati sulla rivista Progressi di Medicina Sperimentale e Biologia '.

Sclafani auspica che il resveratrolo possa essere usato come terapia naturale contro il cancro, come terapia meno invasiva e più dolce rispetto a trattamenti come la chemioterapia e la radioterapia. "Il resveratrolo è ideale, perché ha una tossicità molto bassa ed è poco costoso", spiega il professore.

Nel suo laboratorio, Sclafani ha scoperto che il resveratrolo può uccidere le cellule tumorali, sia in cellule coltivate in laboratorio, che in quelle dei topi. "Previene il cancro orale nei topi quando gli viene somministrato come integratore nella loro dieta," ha detto.

Nel 2014, uno studio dell'Università di Brock e McMaster University in Ontario, ha conseguito risultati simili. In questo studio, gli scienziati hanno scoperto che il resveratrolo estratto da diversi tipi di vini rossi è riuscito a sradicare il carcinoma polmonare, arrestando la progressione della malattia.

Per l'esperimento i topi sono stati nutriti da Sclafani con una sostanza cancerogena, dopo di che ha somministrato alimenti arricchiti con resveratrolo. Il risultato è che coloro che consumano resveratrolo avevano una minore incidenza a contrarre la malattia e a sviluppare lesioni.

"Crediamo che il resveratrolo potrà essere usato a prevenire il cancro in quei soggetti che sono ad alto rischio, come fumatori ed i forti bevitori e che più spesso si ammalano di cancro orale", ha detto Sclafani. "Vogliamo condurre una sperimentazione clinica sui pazienti con cancro orale che sono stati già trattati con radiazioni e chemioterapia convenzionale, in modo da prevenire le ricadute che in genere si manifestano per il 30 per cento dei soggetti."

Nessun commento:

Posta un commento