Passa ai contenuti principali

MANGIACINEMA 2016

UNA FESTA DEL CIBO D'AUTORE E DEL CINEMA GOLOSO. AL VIA LA TERZA EDIZIONE DI MANGIACINEMA A SALSOMAGGIORE TERME
Dopo Ugo Tognazzi nel 2014 e Totò nel 2015, questa edizione del Festival diretto dal giornalista Gianluigi Negri è dedicata ad Alberto Sordi e a Roma.

Dal 28 settembre al 5 ottobre 2016 a Salsomaggiore Terme (Parma) si terrà la terza edizione di Mangiacinema – Festa del cibo d’autore e del cinema goloso. E sarà, come sempre, un’imperdibile e stuzzicante settimana, tra degustazioni gratuite, show cooking, proiezioni appetitose e tantissimi incontri con artisti del gusto e dello spettacolo.

I PROTAGONISTI

Mangiacinema, organizzato dall’associazione culturale Mangia come scrivi, si distingue dai vari festival legati al cibo perché il pubblico diventa protagonista assoluto di tanti assaggi diversi ogni giorno. I numerosi attori, registi, musicisti, chef e intellettuali che vi partecipano, secondo una formula originale e molto coinvolgente, portano nella città termale lo spettacolo del gusto ed il gusto dello spettacolo, intrattenendo e lasciandosi sedurre dai cibi d’autore insieme a visitatori e turisti.

GLI EVENTI

Fondamentale, come dal primo anno, è la partecipazione dell’Istituto Alberghiero “Magnaghi”, con i suoi studenti ed il corpo docente: saranno loro a “guidare” le tante degustazioni che il Festival, voluto dal Comune di Salsomaggiore, offrirà al pubblico.

Gli eventi si svolgeranno tra le Terme, il Palazzo dei congressi, il cinema Odeon e, novità 2016, il Centro Termale Baistrocchi e il Castello di Contignaco, aperto in esclusiva per il Festival. Ne saranno protagonisti diversi produttori salsesi che da anni si distinguono per la qualità del loro lavoro in ambito enogastronomico (tra morbide focacce dolci, gelati Pop-Rock all’azoto liquido, pizze alte soffici e croccanti al tempo stesso, il vino di Dante prodotto con metodo antico), senza tralasciare qualche mirata e “gustosa” presenza di importanti nomi delle Terre Verdiane (lo chef stellato Massimo Spigaroli con la sua cucina ed il suo impareggiabile culatello) e della Food Valley (la famiglia Branchi di Felino che, nella patria del salame, produce il miglior prosciutto cotto italiano).

“Gli artisti del gusto con le loro creazioni golose – anticipa il direttore artistico Gianluigi Negri – verranno ‘abbinati’ a grandi nomi dello spettacolo e della cultura. Mangiacinema è una festa per gli occhi (con diverse proiezioni) e una vera festa per il palato”.

Tra gli altri eventi da non perdere, una cena di gala dedicata a Sordi e curata dagli chef dell’Alberghiero “Magnaghi”, il terzo mercato del “Made in Salso”, i laboratori “Crea & Gusta” per turisti e appassionati di cucina.

Buona visione e buon appetito anche per quest’anno. Con una sola parola d’ordine: #guardagustagodi

www.mangiacinema.it

Commenti

Post popolari in questo blog

Festival delle Scienze di Roma 2023 - Immaginari

Dal 18 al 23 aprile 2023 il Festival delle Scienze di Roma torna all’Auditorium Parco della Musica “Ennio Morricone” con la sua XVIII edizione. Incontri, conferenze, laboratori. Dal 18 - 23 aprile 2023. IMMAGINARI è il tema di questa edizione dedicata all’immaginazione, uno degli strumenti più potenti che ci permette di concepire opere d'arte, nuove tecnologie e ci consente di trovare soluzioni a problemi quotidiani. La scienza non sarebbe la stessa se non avessimo come alleata l’immaginazione per avviare ricerche e formulare ipotesi, interpretare dati e perseguire risultati migliori. Ed è dalle interazioni delle immaginazioni individuali che emergono gli immaginari condivisi che influenzano il modo in cui organizziamo le società. Oggi più che mai abbiamo bisogno di coltivare questi immaginari, per ripensare il presente e, soprattutto, plasmare possibili futuri. Da mercoledì 19 a sabato 22 aprile quattro incontri anche presso le Biblioteche di Roma, QUI IL PROGRAMMA . Prodotto dall

Lotta agli insetti alieni, Lycorma delicatula: un nuovo flagello della viticoltura mondiale. Uno studio indaga su comportamento e dispersione nell'ambiente

Uno nuovo studio statunitense per contrastare l'avanzata di un nascente insetto alieno candidato a diventare il nuovo flagello della viticoltura mondiale. Si tratta della Lycorma delicatula, un insetto dall'aspetto simile alla coccinella ma che a differenza di questa provoca danni consistenti ai vigneti. La Lanterna macchiata, così come viene chiamata dagli agricoltori, si è diffusa per la prima volta in Corea anche se originaria della Cina e ha già raggiunto, infestandoli, i vigneti della Pennsylvania. La lotta agli insetti alieni non permette soste, la ricerca si sta muovendo velocemente nel contrastare un nuovo flagello destinato a mettere sotto scacco la viticoltura mondiale. Si tratta della Lycorma delicatula, un insetto dall'aspetto simile alla coccinella, gli agricoltori la chiamano Lanterna macchiata, in inglese Spotted Lanternfly. Si è diffusa per la prima volta in Corea anche se è originaria della Cina. Nel 2014 ha raggiunto i vigneti della contea di Berks, in Pen

Scienza, sviluppato dispositivo per misurare il metanolo nel vino

Ricercatori svizzeri hanno sviluppato un dispositivo economico che rileva basse concentrazioni di metanolo nel vino. La nuova tecnologia può essere utilizzata sia da i consumatori che dai produttori ed è in grado di rilevare valori di metanolo in soli due minuti. Perdita di coscienza fino al coma, disturbi visivi fino alla cecità, acidosi metabolica. Sono i segni caratteristici dell’intossicazione da alcool metilico o metanolo. In piccolissime percentuali, l’alcool metilico, è un componente naturale del vino ma che se aumentato dolosamente, provoca danni permanenti, portando anche alla morte. E' bene ricordare che più di trent'anni fa e purtroppo proprio in Italia, si verificò il più grave scandalo nel settore del vino. Si tratta del triste episodio del "vino al metanolo" che nel marzo 1986 provocò 23 vittime e lesioni gravissime a decine di persone come la perdita della vista. Al quel particolare vino erano state aggiunte dosi elevatissime di metanolo per