martedì 12 maggio 2015

Aste&Vini

IL 22 MAGGIO ALL’ASTA IL MESSORIO DA COLLEZIONE DE LE MACCHIOLE
L’asta si terrà alle 14.30, al Centro Svizzero di Milano, in via Palestro 2

In occasione di Expo, la prestigiosa casa d’aste Pandolfini aggiudicherà una delle 48 Mathusalem nate dalla collaborazione con l’artista Stefano Tonelli. Il ricavato verrà utilizzato per valorizzare Bolgheri e i luoghi raccontati dal Carducci.

È fissata per il 22 maggio la data in cui la prestigiosa casa d’Aste Pandolfini aggiudicherà una delle 48 Mathusalem da collezione del Messorio 2004 firmato Le Macchiole.

All’asta ci sarà la bottiglia numero 43, la cui etichetta riproduce un segmento dell’opera su tela dell’artista Stefano Tonelli, realizzata appositamente per questa esclusiva edizione di uno dei vini simbolo della cantina di Bolgheri. Bottiglie che sono pezzi unici dedicati ai grandi intenditori: la realtà guidata da Cinzia Merli, infatti, ha prodotto solo 48 Mathusalem dell’annata 2004 del suo rinomato merlot in purezza e ciascuna di queste raccoglie una parte dell’opera di Tonelli.

L’intero ricavato sarà devoluto alla realizzazione del progetto che prevede l’installazione di “cornici” che “inquadreranno” il panorama Bolgherese e i luoghi cari a Giosuè Carducci, permettendo alle persone di vedere questo territorio con gli occhi del poeta Premio Nobel.

Per informazioni è possibile contattare direttamente l’azienda Le Macchiole (www.lemacchiole.it)

Il Messorio Le Macchiole trova nuova forma nell'arte di Tonelli

L'artista toscano Stefano Tonelli interpreta il Messorio, rosso di punta della cantina Le Macchiole. Il nuovo look della bottiglia unisce grafite, carbone, acqua, acrilico e smalto per raccontare il vino bolgherese.

L’artista toscano Stefano Tonelli interpreta il Messorio della cantina di Bolgheri (Li) attraverso un’opera d’arte che tocca l’anima della terra toscana e fa delle Mathusalem di Messorio 2004 un pezzo da collezione. Grafite, carbone, acqua, acrilico e smalto si uniscono per raccontare un sentimento, quello dell’artista internazionale Stefano Tonelli per la sua terra natale, i suoi luoghi, i suoi colori e uno dei più grandi vini bolgheresi: il Messorio firmato Le Macchiole.

«Una tavola con pane e vino, la vendemmia fatta da ragazzi, i profumi della vinaccia nella cantina sottostante, i primi disegni con il vino che scolorisce sulla carta gialla». Nasce così “Calligrafia di un sentimento”, l’opera in tecnica mista dedicata al Messorio, il vino di punta della cantina guidata da Cinzia Merli cui l’artista è unito da comunanza di intenti: da sempre Le Macchiole indirizza la sua ricerca verso uno scopo, quello di regalare “ai sensi” l’essenza del territorio di Bolgheri.

La creatività dell’artista toscano ha saputo rendere questo impegno un'arte da osservare e nello stesso tempo da degustare. Quarantotto (48) Mathusalem del Messorio 2004, Merlot in purezza, ospiteranno ognuna un tassello dell’opera di Tonelli, che si scomporrà in un mosaico di etichette: una accanto all’altra le 48 bottiglie ridaranno vita al corpo intero dell’opera originale. Ha il senso di un incontro necessario quello fra Tonelli e Le Macchiole, perché vino e arte erano pronti a creare una perfetta alchimia che desse voce al loro territorio.


Le Macchiole - Bolgheri
Via Bolgherese 189 - 57020 Bolgheri (Li)
Tel 0565 766092 - Fax 0565 763240
www.lemacchiole.it
info@lemacchiole.it

Nessun commento:

Posta un commento