mercoledì 2 settembre 2015

L'Italia del Bio

Il Bio sbarca sulle Mappe
Da oggi sono online su biobank.it. 400 Ristoranti & Co, 1.500 Agriturismi, 200 Mercatini, 600 Attività convenzionate Bio Bank Card

Girare l’Italia del bio in modo semplice e intuitivo, lasciandosi ispirare da migliaia di proposte, è ora possibile con un click. Sul portale del biologico Bio Bank è infatti attiva la nuova sezione Mappe, consultabile sempre e ovunque, da computer, tablet e smartphone.

Il ristorante per una cena tra amici, l’agriturismo per le vacanze o il mercatino per fare la spesa sono tutti “puntati” sulle Mappe Bio Bank. E ci sono anche 600 attività convenzionate, dove è possibile ottenere il 10% di sconto presentando la Bio Bank Card allegata all’annuario Tutto Bio 2015. La convenzione non riguarda solo ristoranti e agriturismi, ma anche aziende con vendita diretta, negozi e profumerie.

La home page Mappe propone ogni volta un minitour bio per immagini, che cambia ad ogni accesso. Un esempio? La Sicilia con 130 attività bio, la Toscana con 341, Pesaro-Urbino con 70 oppure l’agriturismo la Pievuccia di Castiglion Fiorentino, la Biosteria Saltatempo di Roma, il mercatino Capra e Cavoli di Bassano del Grappa...

Ma per chi sa già dove andare, basta scegliere luogo e tipologia (Tutto oppure Ristoranti, Agriturismi, Mercatini, Bio Bank Card) e cliccare su Cerca per avviare la ricerca fra 400 Ristoranti & Co, 1.500 Agriturismi, 200 Mercatini e 600 Attività convenzionate Bio Bank Card. A sinistra compariranno le attività trovate, a destra la loro posizione sulla mappa di Google.

Ogni settore ha il suo colore, ogni tipologia di attività la sua icona. Un cappello da chef per i ristoranti, un casale per gli agriturismi (verde > Fuori Casa), un cartello per le Aziende con vendita diretta, una bandierina per i mercatini (marrone > Vendita diretta), uno shopper per i negozi (senape > Punti vendita) ed uno per le profumerie (viola > Cosmesi e detergenza).

Le attività convenzionate si distinguono per l'ombra grigia sotto l'icona o sotto il map marker.

Ogni attività ha la sua scheda dedicata e può essere condivisa sui social, segnalata tra i preferiti, recensita dagli utenti registrati.

Perché se è vero che il punto di partenza delle Mappe sono i censimenti annuali Bio Bank, è altrettanto vero che la loro forza propulsiva è nell’interattività con gli utenti.

Che da oggi hanno un formidabile alleato virtuale per andare alla scoperta del biologico nel Paese reale.

Nessun commento:

Posta un commento