lunedì 1 giugno 2015

LUXURY WINE TASTING

Una degustazione di lusso? Perché no, basta pagare 10.000 €
A dicembre una lista di fortunati per “the best wine tasting ever”
Uno dei più grandi collezionisti del mondo a nome di Michel-Jack Chasseuil, offre ai wine lovers l'opportunità di degustare una selezione dei suoi vini al prezzo di 10.000 € a persona



Il 73enne Michel-Jack Chasseuilvanta una delle più grandi è pregiate collezioni di vini e distillati al mondo. La collezione che si trova all'interno della sua casa a Deux-Sèvres nella Francia dell'ovest, è stata stimata per ben 50 milioni di euro.

La collezione registra oltre 40.000 bottiglie, dove, tra i vini più pregiati, si annoverano diverse annate di Château d’Yquem, Lafite, Pétrus and Domaine de la Romanée-Conti. Nella sua speciale cantina è presente anche una bottiglia di Champagne annata 1805 che apparteneva a Napoleone; una bottiglia di Cognac Frapin del 1893; una di Cognac Bisquit datata 1811 e con su incisa l'effige di Napoleone, ed infine una bottiglia di Rémy Martin Louis XIII con nel retro la data 1900.

Il prossimo dicembre, quindi, Chasseuil offrirà, a dieci fortunati degustatori, la possibilità di assaggiare otto dei suoi migliori vini, sborsando la considerevole cifra di 10.000 € a persona per poter avere questo privilegio.

Il collezionista, mentre stava cenando in un hotel in Giappone, ha deciso di organizzare questa degustazione battezzandola con il nome di “the best wine tasting ever”. La lista dei vini non è ancora stata decisa.

Dopo aver fallito con la richiesta di ottenere fondi da parte del Ministero della Cultura Francese, Chasseuil sta pianificando di utilizzare il ricavato della degustazione per la costruzione di un museo in Francia che ospiterà la pregevole collezione, che, dichiara, diventerà “Il Louvre del vino”.

Secondo alcune indiscrezioni, a Chasseuil è stata anche offerta una ingente somma di denaro da investitori cinesi e russi per il suo "tesoro liquido", ma che ha poi preferito tenersi in casa. Lo scorso giugno è stato tenuto in ostaggio dentro casa da uomini mascherati ed armati di fucili Kalashnikovs, ma, a parte avergli procurato la rottura di un dito, i malviventi sono poi fuggiti senza riuscire ad aprire le porte super blindate della cantina. Sembra ovvio che la collezione sia destinata a rimanere con il suo proprietario.

Nessun commento:

Posta un commento