Passa ai contenuti principali

Vino&Salute

Un bicchiere di vino al giorno riduce il rischio di infezione respiratoria del 33%, secondo l'Università di Auckland
Ancora buone notizie in arrivo per gli amanti del buon vino. Una nuova ricerca in Nuova Zelanda ha concluso che i flavonoidi migliorano la funzione immunitaria del sistema respiratorio


Autore dello studio è il Dr. Andrea Braakhuis, nutrizionista e ricercatore presso l'Università di Auckland, che ha presentato le sua ricerca alla Conferenza Nazionale dell'Associazione Dietisti in Australia lo scorso maggio.

Braakhuis ha voluto indagare se i flavonoidi, una componente importante di vino rosso e noti anche per le loro proprietà antivirali, antinfiammatorie e antiossidanti, potrebbero essere anche collegati ad una minore incidenza di raffreddori negli esseri umani.

"Gli studi sugli animali ci hanno mostrato che i flavonoidi miglioravano la funzione immunitaria, così ci siamo chiesti se potevamo ottenere lo stesso tipo di risultati anche sugli esseri umani" - ha detto l'autore della ricerca.

Con i suoi colleghi ha così raccolto una serie di dati da un gran numero di studi randomizzati, come l'analisi dei modelli di infezioni del tratto respiratorio superiore, il numero di giorni che le persone sperimentano i sintomi del raffreddore, le variazioni dei principali biomarcatori immunologici e assunzione totale di flavonoidi.

I risultati sono stati sorprendenti. Quando le persone consumavano flavonoidi, si è ridotto il loro rischio di infezioni respiratorie del 33 per cento.

Ma quanti flavonoidi dovrebbe consumare un essere umano?

Considerando che una dieta media occidentale contiene circa 1 grammo di flavonoidi al giorno, per un miglioramento della funzione immunitaria sarebbe necessaria un assunzione di soli 0,2 grammi in più, per arrivare così alla dose giornaliera di 1,2 grammi al giorno. Dato che 150 ml. di vino rosso giovane può contenere circa 0,2 grammi di flavonoidi, basterebbero quindi uno o due bicchieri al giorno per ridurre il rischio di infezioni respiratorie del 33%.

"Crediamo che la chiave di questo sorprendente effetto protettivo risieda nel sistema immunitario dell'attività microbica intestinale", ha detto Braakhuis. "Alcuni sottoprodotti dell'attività intestinale, probabilmente vengono assorbiti promuovendo la funzione immunitaria." È noto che i flavonoidi possono influenzare microbi nel sistema digestivo.

Il prossimo passo, secondo questo studio, servirà a stabilire gli effetti specifici dei flavonoidi e la dose ideale per le sperimentazioni cliniche. Nella ricerca viene menzionata la possibilità di effettuare ulteriori studi sulle persone con un aumentato rischio di malattie respiratorie.

Commenti

Post popolari in questo blog

Musica e psicologia, cambia la percezione di consonanza e dissonanza: uno studio smentisce l'universalità del concetto di armonia di Pitagora

I risultati di una ricerca dell'Università di Cambridge, smentiscono l'universalità del concetto di armonia di Pitagora. Nascono apprezzamenti istintivi verso nuovi tipi di armonia. Lo studio pubblicato su Nature Communications. Un team di ricerca dell’Università di Cambridge, Princeton e del Max Planck Institute for Empirical Aesthetics, ha scoperto che nei normali contesti di ascolto, in realtà non preferiamo che gli accordi siano perfettamente all'interno dei rapporti matematici professati da Pitagora.  Il tono e l’accordatura degli strumenti musicali hanno il potere di manipolare la nostra percezione dell'armonia. I risultati dello studio ribaltano gli assunti di secoli di teoria musicale occidentale e incoraggiano una maggiore sperimentazione con strumenti provenienti da culture diverse. Secondo il filosofo greco Pitagora, la "consonanza" - una combinazione di note dal suono piacevole - è prodotta da relazioni speciali tra numeri semplici come 3 e 4. Rece

Lotta agli insetti alieni, Lycorma delicatula: un nuovo flagello della viticoltura mondiale. Uno studio indaga su comportamento e dispersione nell'ambiente

Uno nuovo studio statunitense per contrastare l'avanzata di un nascente insetto alieno candidato a diventare il nuovo flagello della viticoltura mondiale. Si tratta della Lycorma delicatula, un insetto dall'aspetto simile alla coccinella ma che a differenza di questa provoca danni consistenti ai vigneti. La Lanterna macchiata, così come viene chiamata dagli agricoltori, si è diffusa per la prima volta in Corea anche se originaria della Cina e ha già raggiunto, infestandoli, i vigneti della Pennsylvania. La lotta agli insetti alieni non permette soste, la ricerca si sta muovendo velocemente nel contrastare un nuovo flagello destinato a mettere sotto scacco la viticoltura mondiale. Si tratta della Lycorma delicatula, un insetto dall'aspetto simile alla coccinella, gli agricoltori la chiamano Lanterna macchiata, in inglese Spotted Lanternfly. Si è diffusa per la prima volta in Corea anche se è originaria della Cina. Nel 2014 ha raggiunto i vigneti della contea di Berks, in Pen

Un Mare diVino 2024, ad Ostia al via l’evento principe dedicato alle eccellenze vitivinicole del Belpaese

Con l’arrivo della bella stagione, il litorale romano torna a risplendere grazie all’evento principe dedicato alle eccellenze vitivinicole del Belpaese, giunto alla sua 6° edizione. Sabato 29 e domenica 30 giugno, infatti, in piazza Anco Marzio, andrà in scena la kermesse che prevede, oltre alla degustazione dei migliori vini bianchi,  rosati e bollicine d’Italia e di alcune chicche gastronomiche, anche 6 show cooking con importanti chef e dj set con musica sotto le stelle. Un gioioso brindisi vista mare darà anche quest’anno il via alla stagione estiva sul litorale romano. Per il secondo anno consecutivo, infatti, Ostia sarà la suggestiva cornice di Un Mare diVino, kermesse enogastronomica giunta alla sua sesta edizione, patrocinata dalla Regione Lazio e dall’Assessorato Grandi Eventi, Sport, Turismo e Moda del Comune di Roma, con il contributo dell’Arsial (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio). Sabato 29 giugno e domenica 30 giugno, dalle ore 1