venerdì 5 settembre 2014

Salone Nazionale del Vino

Ad Asti, dal 12 al 21 settembre, il 48° Salone Nazionale del Vino
Il cartellone del 48° Salone Nazionale del Vino, dal 12 al 21 settembre, a Palazzo dell’Enofila di Asti, è più che mai ricco e di qualità, a cominciare dal suo “cuore”



Il cuore sono i 512 vini diplomati al concorso nazionale organizzato con il supporto tecnico dell’Onav. Rossi, bianchi o rosati, giovani, maturi o passiti, fermi o vivaci, con bollicine dolci o secche, non manca nessuno all’appello. Tutte le regioni italiane sono rappresentate ed il Piemonte svetta per numeri e varietà.

Ampi gli spazi dedicati alle “perle” del territorio. La Douja dell’Asti con gli aperitivi alla frutta e le bollicine in purezza; la Douja della Barbera (115 etichette) e la Douja dell’Alta Langa brut Metodo Classico, produzione di nicchia del Sud Piemonte (17 etichette) da degustare insieme a prodotti tipici preparati dall’Agenzia di Formazione delle Colline Astigiane.
La rassegna del “Piatti & Dolci d’Autore” si conferma un pilastro della manifestazione ed in cucina i ristoranti dell’Associazione Albergatori & Ristoratori Astigiani

Domenica 14 settembre il Festival delle Sagre Astigiane, sfilata storica con 3000 figuranti in costume che ripercorrono mestieri e tradizioni della vita contadina tra Otto e Novecento. Poi fino a notte il ristorante all’aperto più grande d’Italia: 87 piatti della cucina monferrina preparati da 45 pro loco astigiane e dalle ospiti Gemona (Udine) e Genova Voltri.
Nello spazio Onav, da lunedì 15 a sabato 20 settembre ogni pomeriggio, anche il viaggio tra vini e prodotti tipici condotto dalle Camere di Commercio del Piemonte.

A Palazzo dell’Enofila è allestito il mercatino delle eccellenze gastronomiche di Asti faGoal (27 aziende, a turno, con le loro specialità agroalimentari); ogni sera nel cortile dell’Enofila (area portici) si potranno inoltre degustare gelati artigianali a base di vini Doc e Docg, ideati dai maestri gelatieri di Confartigianato.

Il percorso si completa con il cartellone di eventi culturali ispirati al mondo del vino. Tanti gli ospiti e i relatori di valenza nazionale.
Il Festival Collisioni, per la prima volta partner della manifestazione vinicola, porterà alla Douja d’Or: la cantante Arisa, lo chef Carlo Cracco, lo psichiatra Paolo Crepet, il cantante Enrico Ruggieri e per finire Claudio Baglioni. Conversazioni, racconti e ricordi in musica dal 15 al 19 settembre, con ingresso libero nella nuova area spettacoli allestita in corso Felice Cavallotti 47.

Sabato 20 settembre, andrà in scena “Zuppa di Latte”, spettacolo del Teatro degli Acerbi ispirato all’omonimo racconto di Carlin Petrini.
Per la serata finale della Douja d’Or (domenica 21) il concerto della Mondovì Band.
Per gli amanti dell’arte, tappa fissa a Palazzo Mazzetti, dove è allestita la mostra “Asti nel Seicento” e a Palazzo dell’Enofila (padiglione 1) dove si potrà ammirare la mostra “Di vigna in vignetta” a cura delle Donne del Vino del Piemonte.
Non mancheranno le occasioni di riflessione sull’Educazione al Bere Corretto, in collaborazione con la LILT e con i Farmacisti astigiani.

Il coinvolgimento del pubblico e l’informazione in tempo reale attraverso i social network avranno come fil rouge comune il momento del brindisi: gli hashtag principali saranno #cincindouja e #douja2014 mentre #festivaldellesagre raccoglierà per il secondo anno consecutivo i piatti delle Sagre condivisi dagli utenti in una grande gallery collettiva


Per ulteriori informazioni e per consultare il programma dettagliato è possibile visitare il sito: www.doujador.it

Nessun commento:

Posta un commento