mercoledì 24 settembre 2014

Taste of Roma 2014

Taste of Roma conquista la capitale. Numeri da record per la terza edizione romana del food festival più grande del mondo
Oltre 20.000 persone hanno invaso i giardini pensili dell’Auditorium Parco della Musica per Taste of Roma, il 20% in più rispetto all’edizione dello scorso anno. Un successo straordinario per l’evento food di punta della capitale



Ancora una volta, dal 18 al 21 settembre 2014, Roma è, quindi, diventata punto di riferimento dell’enogastronomia di qualità, dei vini più eleganti e della cucina “sostenibile”.

L’evento è risultato uno dei più spettacolari della capitale in ambito food, sia per la qualità della cornice che per la varietà e il valore dei contenuti proposti, vero momento di attrazione anche per turisti italiani e stranieri. Roma Caput Mundi della cucina: nessun Taste nelle innumerevoli edizioni internazionali ha mai avuto una squadra a pari livello di eccellenza. 12 fra i più rinomati e blasonati ristoranti del panorama romano, spaziando dal centro storico fino al litorale, hanno presentato 36 piatti straordinari creati ad hoc per il pubblico di Taste of Roma.

I dodici protagonisti hanno saputo deliziare il palato di tutti. Un grande plauso quindi a: Giulio Terrinoni (Acquolina Hostaria), Riccardo Di Giacinto (All'Oro), Danilo Ciavattini (Enoteca La Torre a Villa Laetitia), Andrea Fusco (Giuda Ballerino), Cristina Bowerman (Glass Hostaria), Angelo Troiani (Il Convivio Troiani), Anthony Genovese (Il Pagliaccio), Francesco Apreda (Imago all’Hassler), Heinz Beck (La Pergola-Hotel Rome Cavalieri), Fabio Ciervo (La Terrazza dell'Eden), Roy Caceres (Metamorfosi), Daniele Usai (Ristorante Il Tino).

Quasi 150 eventi in quattro giorni hanno appassionato il pubblico, dal più curioso al più esigente. In primo piano l’appuntamento con l’Electrolux Chefs’ Secrets, la Scuola di Cucina del festival dove numerosi aspiranti cuochi hanno potuto “rubare i segreti” dei grandi chef nei numerosi corsi di cucina; e l’Electrolux Taste Theatre in cui sia maestri già molto noti al grande pubblico che chef emergenti hanno potuto raccontare e presentare piatti rassicuranti, riconoscibili, italiani ma contaminati da quell’ingrediente inatteso che ha fatto la differenza.

E poi ancora grande spazio ai migliori pasticceri, panettieri, pizzaioli che hanno svelato i segreti per un impasto a regola d’arte e ricette perfette. E i più piccini? Nell’area kids, coordinata in collaborazione con lenuovemamme.it e Zero6, si sono divertiti tra libri, giochi, laboratori, diversificati a seconda del target di età, e veri e propri percorsi interattivi di educazione al gusto. A dimostrazione dell’alta attenzione verso il mondo dei più piccoli e dell’alimentazione, l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù è diventato partner solidale del festival. All’interno dell’area Kids ha, infatti, curato i "Laboratori del gusto": bambini e ragazzi di tutte le età hanno sperimentato con il gioco il loro rapporto con il cibo.

“Siamo davvero contenti di questa terza edizione romana del nostro Festival che, ancora una volta, si conferma come la più grande occasione di celebrazione dell’alta ristorazione romana e della cucina d’autore – commenta Mauro Dorigo di Brand Events Italy, società che organizza Taste of Roma – Il nostro grazie più sentito va agli chef, che hanno proposto piatti innovativi e sorprendenti, definiti dai numerosi visitatori addirittura celestiali; a Electrolux che, come sponsor principale del Festival, ci ha consentito di allestire le cucine degli chef e di coinvolgere il nostro pubblico in decine e decine di dimostrazioni, lezioni di cucina e showcooking; agli espositori e a tutte le aziende partner che hanno contribuito a rendere grande questa edizione e, naturalmente, a Fondazione Musica per Roma e alla splendida cornice dell’Auditorium Parco della Musica”.

Taste of Roma è stato, inoltre, realizzato con il contributo degli sponsor Voiello, Krug, Trimani ed Emu e con il patrocinio di Roma Capitale e Regione Lazio.

Il prossimo appuntamento è a Verona dal 28 al 30 novembre 2014 per il Taste of Christmas.



Nessun commento:

Posta un commento