Passa ai contenuti principali

Expo 2015&Terrazza Martini

Pininfarina firma la Terrazza Martini all’Expo 2015
“Essere invitati era un privilegio, era trovarsi sempre in mezzo agli eventi, ai mutamenti, al futuro”. Così la giornalista Natalia Aspesi parlava degli eventi alla Terrazza Martini di Milano, ritrovo prima di tutto ritrovo culturale e artistico per antonomasia nell’allora “Milano da bere”




Martini e Pininfarina, due brand che rappresentano l’assoluta eccellenza italiana nel mondo, hanno unito le forze in occasione di Expo Milano 2015 con un progetto unico: la “Terrazza Martini by Pininfarina”.

La Terrazza Martini, indipendentemente se a Parigi, Milano, Pessione o a San Paolo del Brasile, infatti, da oltre mezzo secolo è un punto di riferimento. Non solo un luogo unico, dove godere dello stile di vita italiano, ma anche un concetto dove il marchio si comunica attraverso l’eleganza, la gioia di vivere, ciò che in una parola si potrebbe riassumere come il “Desiderio di esserci”.Nel Padiglione Italia all’Expo Milano 2015 nascerà così una Terrazza Martini.

Di questa, Martini ha affidato a Pininfarina il design e la progettazione, con l’obiettivo di renderlo perfettamente coerente con i temi fondamentali dell’Esposizione Universale e in linea con lo spirito di Martini. Giorgio Molinari, Country Manager di Martini & Rossi, ha spiegato: “Siamo orgogliosi di poter dare il nostro contributo in questa cornice che definisco “epocale”. Da oltre 150 anni Martini esprime uno stile unico e la sua gioia di vivere e trasmettere nel mondo il suo patrimonio di storico brand italiano. Non potevamo, quindi, che scegliere il Gruppo Pininfarina per realizzare un progetto così ambizioso all’insegna dell’eccellenza del Made in Italy.”

“Essere protagonisti di Expo Milano 2015 con Martini è per noi motivo di grande orgoglio. Due marchi storici italiani, uniti nella continua ricerca dell’eccellenza e della qualità, saranno capaci di comunicare un’ottima immagine dell’Italia ai visitatori provenienti da ogni parte del mondo”, ha dichiarato Paolo Pininfarina, presidente del Gruppo, sottolineando che “Terrazza Martini by Pininfarina è una espressione esplicita del nostro design e della nostra idea di stile di vita italiano”. 

Lo studio del team Pininfarina è partito dai quattro elementi chiave – Cibo, Natura, Vita e Persone – che tracciano i temi fondamentali dell’Expo, per dare vita ad un concetto in grado di esprimerli attraverso soluzioni formali che coniughino tradizione ed innovazione. Nascerà così uno spazio che unirà la storia, l’iconicità ed il mito di un luogo da sempre deputato alla piacevolezza della vita e che esprimerà al tempo stesso i mutamenti del presente e le trasformazioni del futuro.

Terrazza Martini by Pininfarina si affaccerà su Piazza Italia con un ingresso studiato per essere proiettati da subito nel mondo Martini. Sulle alte pareti che sostengono la scala di ingresso saranno infatti presenti installazioni che racconteranno la storia dell’azienda, le sue radici italiane, il suo legame con il territorio e la bellezza e la ricchezza delle sue regioni. L’ambiente è stato studiato in spazi modulari nei quali sarà possibile vivere appieno l’esperienza dell’aperitivo, il momento clou dell’esperienza Martini. Il tratto caratterizzante l’intera struttura sarà la commistione di elementi e materiali della tradizione – come ad esempio le ringhiere di ferro battuto tipiche delle terrazze dei palazzi storici rivisitate in chiave moderna – con elementi dal design contemporaneo – la panca dalla linea sinuosa tipica dello stile Pininfarina che corre lungo l’intero perimetro della terrazza. L’utilizzo del logo Martini scomposto nei suoi elementi – il cerchio rosso riprodotto graficamente sulle pareti perimetrali e sui pavimenti e la linea verticale blu rappresentata dalla panca – attribuirà forte riconoscibilità all’ ambiente. L’arredo dell’area perimetrale sarà arricchito inoltre da una vegetazione rigogliosa e rara nella quale si riconosceranno molti dei botanical utilizzati per la preparazione dei quattro Martini: Bianco, Rosso, Extra Dry e Rosato. 

Il cuore dello spazio sarà il Martini Bar, interpretato secondo l’eleganza e la funzionalità di Pininfarina, luogo di condivisione e scoperta dei prodotti e della mixology Martini, ai quali si affiancheranno proposte di food a base di ingredienti e materie prime di eccellenza tutta italiana.


Gli ospiti di Terrazza Martini avranno inoltre a disposizione un secondo bar e diverse zone lounge, in parte protette da un pergolato, elemento tipico di copertura degli spazi aperti, reinterpretato con un design dalle linee e forme geometriche contemporanee, e in parte scoperte, per permettere di godere della magnifica vista offerta dalla posizione.


Il concetto di Terrazza Martini nasce negli anni Cinquanta, quando vengono create le Terrazze Martini a Parigi (1948), Milano (1958) e poi, tra il ’60 e il ’65, Barcellona, Bruxelles, Londra, San Paolo del Brasile e Genova. Dal 2000, l’idea di Terrazza Martini scopre una diversa vocazione, non soltanto luogo esclusivo, divenendo sinonimo di stile e accoglienza modulabile per ogni esigenza e in ogni contesto. Nascono così, accanto alle sedi di Milano e Pessione, sedi di avvenimenti mondani, culturali, di spettacolo, le esperienze vissute insieme al grande cinema, con le Terrazze Martini presenti alla Mostra del Cinema di Venezia (tra il 2003 e il 2006) e al Festival di Cannes (dal 2007 al 2013).

Commenti

Post popolari in questo blog

Musica e psicologia, cambia la percezione di consonanza e dissonanza: uno studio smentisce l'universalità del concetto di armonia di Pitagora

I risultati di una ricerca dell'Università di Cambridge, smentiscono l'universalità del concetto di armonia di Pitagora. Nascono apprezzamenti istintivi verso nuovi tipi di armonia. Lo studio pubblicato su Nature Communications. Un team di ricerca dell’Università di Cambridge, Princeton e del Max Planck Institute for Empirical Aesthetics, ha scoperto che nei normali contesti di ascolto, in realtà non preferiamo che gli accordi siano perfettamente all'interno dei rapporti matematici professati da Pitagora.  Il tono e l’accordatura degli strumenti musicali hanno il potere di manipolare la nostra percezione dell'armonia. I risultati dello studio ribaltano gli assunti di secoli di teoria musicale occidentale e incoraggiano una maggiore sperimentazione con strumenti provenienti da culture diverse. Secondo il filosofo greco Pitagora, la "consonanza" - una combinazione di note dal suono piacevole - è prodotta da relazioni speciali tra numeri semplici come 3 e 4. Rece

Lotta agli insetti alieni, Lycorma delicatula: un nuovo flagello della viticoltura mondiale. Uno studio indaga su comportamento e dispersione nell'ambiente

Uno nuovo studio statunitense per contrastare l'avanzata di un nascente insetto alieno candidato a diventare il nuovo flagello della viticoltura mondiale. Si tratta della Lycorma delicatula, un insetto dall'aspetto simile alla coccinella ma che a differenza di questa provoca danni consistenti ai vigneti. La Lanterna macchiata, così come viene chiamata dagli agricoltori, si è diffusa per la prima volta in Corea anche se originaria della Cina e ha già raggiunto, infestandoli, i vigneti della Pennsylvania. La lotta agli insetti alieni non permette soste, la ricerca si sta muovendo velocemente nel contrastare un nuovo flagello destinato a mettere sotto scacco la viticoltura mondiale. Si tratta della Lycorma delicatula, un insetto dall'aspetto simile alla coccinella, gli agricoltori la chiamano Lanterna macchiata, in inglese Spotted Lanternfly. Si è diffusa per la prima volta in Corea anche se è originaria della Cina. Nel 2014 ha raggiunto i vigneti della contea di Berks, in Pen

Un Mare diVino 2024, ad Ostia al via l’evento principe dedicato alle eccellenze vitivinicole del Belpaese

Con l’arrivo della bella stagione, il litorale romano torna a risplendere grazie all’evento principe dedicato alle eccellenze vitivinicole del Belpaese, giunto alla sua 6° edizione. Sabato 29 e domenica 30 giugno, infatti, in piazza Anco Marzio, andrà in scena la kermesse che prevede, oltre alla degustazione dei migliori vini bianchi,  rosati e bollicine d’Italia e di alcune chicche gastronomiche, anche 6 show cooking con importanti chef e dj set con musica sotto le stelle. Un gioioso brindisi vista mare darà anche quest’anno il via alla stagione estiva sul litorale romano. Per il secondo anno consecutivo, infatti, Ostia sarà la suggestiva cornice di Un Mare diVino, kermesse enogastronomica giunta alla sua sesta edizione, patrocinata dalla Regione Lazio e dall’Assessorato Grandi Eventi, Sport, Turismo e Moda del Comune di Roma, con il contributo dell’Arsial (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio). Sabato 29 giugno e domenica 30 giugno, dalle ore 1