Passa ai contenuti principali

Festival Franciacorta

Festival Franciacorta a Roma
Mercoledì 25 novembre 2014 con banchi d’assaggio dalle 16 alle 21,30 presso l’Hotel Rome Cavalieri - Via A. Cadlolo, 101



La sede di Bibenda ospiterà la tappa conclusiva dei Festival Franciacorta itineranti del 2014 in Italia, occasione in cui il Consorzio e le sue aziende proporranno un’incredibile degustazione di tutte le tipologie di vino spumante: Franciacorta, Franciacorta Satèn, Franciacorta Rosé, Franciacorta Millesimato e Franciacorta Riserva, oltre ai fermi Curtefranca Doc e Sebino Igt.

Ottenuta quasi cinquant’anni anni fa - il 21 luglio 1967 - la Denominazione di Origine da un Decreto del Presidente della Repubblica, il Franciacorta è stato il primo vino italiano, prodotto esclusivamente con metodo di rifermentazione in bottiglia (Metodo Classico), ad avere ottenuto nel 1995 la Docg.

Oggi, sulle etichette, si legge solo la denominazione Franciacorta, termine che definisce univocamente territorio, metodo di produzione e vino: un privilegio di cui, in tutta Europa, godono solo 10 denominazioni, tra le quali solo altri due spumanti Metodo Classico, Cava e Champagne.

Il Consorzio di tutela, costituito il 5 marzo 1990 a Corte Franca, in provincia di Brescia, come aggregazione di un gruppo di viticoltori accomunati da passione e dalla volontà di promuovere la vitivinicoltura franciacortina e il suo territorio, conta ad oggi 109 associati, corrispondenti al 98% delle aziende presenti sul territorio per un totale di ettari vitati pari a 3.150 di cui 2.800 destinati alla produzione di Franciacorta Docg.


Ecco le 40 aziende partecipanti:

Antica Fratta - Azienda Agricola Fratelli Berlucchi - Barone Pizzini - Bellavista - Berlucchi Guido - Bersi Serlini - Biondelli - Borgo La Gallinaccia - Bosio - Ca’ del Bosco - Cantina Chiara Ziliani - Castello Bonomi Tenute in Franciacorta - Castello di Gussago La Santissima - Castelveder - Castel Faglia - Cola Battista - Contadi Castaldi - CorteBianca - Corte Fusia - Ferghettina - Franca Contea - Gatti Enrico - Il Mosnel - La Montina - Lantieri de Paratico - Le Marchesine - Lo Sparviere - Mirabella - Monte Rossa - Montenisa - Quadra - Ricci Curbastro - Riva di Franciacorta - San Cristoforo - Solive - Tenuta Villa Crespia Arcipelago Muratori - Uberti - Vezzoli Giuseppe - Vignenote

Dalle 16:00 alla 18:00
Ingresso riservato a stampa ed operatori
Richiesta accredito stampa a stampa@franciacorta.net

Dalle 18:00 alla 21:30
Apertura a stampa, operatori e pubblico
Ingresso Pubblico € 15, soci FIS gratuito, Soci AIS, ONAV, SLOW FOOD e FISAR € 10

Dalle 16:30 alle 18:00
Seminario di approfondimento: Sfumature di Franciacorta, espressioni del territorio
Prenotazione obbligatoria soci FIS www.bibenda.it
Prenotazione obbligatoria, pubblico, stampa e soci non FIS eventi@franciacorta.net

Commenti

Post popolari in questo blog

Musica e psicologia, cambia la percezione di consonanza e dissonanza: uno studio smentisce l'universalità del concetto di armonia di Pitagora

I risultati di una ricerca dell'Università di Cambridge, smentiscono l'universalità del concetto di armonia di Pitagora. Nascono apprezzamenti istintivi verso nuovi tipi di armonia. Lo studio pubblicato su Nature Communications. Un team di ricerca dell’Università di Cambridge, Princeton e del Max Planck Institute for Empirical Aesthetics, ha scoperto che nei normali contesti di ascolto, in realtà non preferiamo che gli accordi siano perfettamente all'interno dei rapporti matematici professati da Pitagora.  Il tono e l’accordatura degli strumenti musicali hanno il potere di manipolare la nostra percezione dell'armonia. I risultati dello studio ribaltano gli assunti di secoli di teoria musicale occidentale e incoraggiano una maggiore sperimentazione con strumenti provenienti da culture diverse. Secondo il filosofo greco Pitagora, la "consonanza" - una combinazione di note dal suono piacevole - è prodotta da relazioni speciali tra numeri semplici come 3 e 4. Rece

Lotta agli insetti alieni, Lycorma delicatula: un nuovo flagello della viticoltura mondiale. Uno studio indaga su comportamento e dispersione nell'ambiente

Uno nuovo studio statunitense per contrastare l'avanzata di un nascente insetto alieno candidato a diventare il nuovo flagello della viticoltura mondiale. Si tratta della Lycorma delicatula, un insetto dall'aspetto simile alla coccinella ma che a differenza di questa provoca danni consistenti ai vigneti. La Lanterna macchiata, così come viene chiamata dagli agricoltori, si è diffusa per la prima volta in Corea anche se originaria della Cina e ha già raggiunto, infestandoli, i vigneti della Pennsylvania. La lotta agli insetti alieni non permette soste, la ricerca si sta muovendo velocemente nel contrastare un nuovo flagello destinato a mettere sotto scacco la viticoltura mondiale. Si tratta della Lycorma delicatula, un insetto dall'aspetto simile alla coccinella, gli agricoltori la chiamano Lanterna macchiata, in inglese Spotted Lanternfly. Si è diffusa per la prima volta in Corea anche se è originaria della Cina. Nel 2014 ha raggiunto i vigneti della contea di Berks, in Pen

Un Mare diVino 2024, ad Ostia al via l’evento principe dedicato alle eccellenze vitivinicole del Belpaese

Con l’arrivo della bella stagione, il litorale romano torna a risplendere grazie all’evento principe dedicato alle eccellenze vitivinicole del Belpaese, giunto alla sua 6° edizione. Sabato 29 e domenica 30 giugno, infatti, in piazza Anco Marzio, andrà in scena la kermesse che prevede, oltre alla degustazione dei migliori vini bianchi,  rosati e bollicine d’Italia e di alcune chicche gastronomiche, anche 6 show cooking con importanti chef e dj set con musica sotto le stelle. Un gioioso brindisi vista mare darà anche quest’anno il via alla stagione estiva sul litorale romano. Per il secondo anno consecutivo, infatti, Ostia sarà la suggestiva cornice di Un Mare diVino, kermesse enogastronomica giunta alla sua sesta edizione, patrocinata dalla Regione Lazio e dall’Assessorato Grandi Eventi, Sport, Turismo e Moda del Comune di Roma, con il contributo dell’Arsial (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio). Sabato 29 giugno e domenica 30 giugno, dalle ore 1