giovedì 16 aprile 2015

StreetFood Tour

StreetFood Tour arriva a Foggia con i cibi di strada del mediterraneo
Dal 17 al 19 aprile l’Associazione a Foggia nell’evento “Libando, Viaggiare mangiando” 

Cibo di strada italiano e straniero di qualità. Dopo le prime due tappe in Piemonte e Toscana, StreetFood porta i migliori operatori del settore in Puglia. Il Presidente dell’Associazione, Ricciarini: «L’obiettivo è sempre lo stesso: comunicare i valori veri».

Non si ferma il giro d’Italia del cibo di strada portato avanti dall’Associazione StreetFood e fa tappa in Puglia. Da venerdì 17 a domenica 19 aprile, la terza tappa dello Streetfood Tour arriva a Foggia, nel cuore della Puglia, in occasione di “Libando, Viaggiare Mangiando”, manifestazione promossa dall’agenzia di comunicazione Red Hot e dall’Associazione Culturale Di terra Di Mare con il patrocinio del Comune di Foggia. Dopo il successo della prima edizione 2014 quest’anno Streetfood occuperà Piazza Mercato oltre alla già collaudata Piazza Cattedrale.

Nello “Streetfood Village” insieme al cibo di strada italiano grande enfasi sarà data ai cibi di strada del Mediterraneo: Grecia, Marocco e Spagna. Inoltre sabato un convegno tratterà il tema cibo di strada fra le opportunità di sviluppo economico e turistico da un lato e le normative che disciplinano il settore. E’ previsto l’intervento del presidente della prima associazione in Italia per il cibo di strada, Massimiliano Ricciarini, che parlerà delle opportunità di lavoro create da questo comparto in grande crescita negli ultimi anni. Il Consorzio del Panigaccio di Podenzana (Ms) rappresenterà la case history del convegno. A fare da contorno alla manifestazione i Cooking Show con cuochi della Capitanata e personaggi della tv e concerti fra i quali il bandoneonista, Richard Galliano.

«L'evento rappresenta una delle più importanti tappe del tour Streetfood ufficiale italiano e con orgoglio abbiamo creduto nel progetto Libando. Ci aspettano decine di tappe in tutta Italia per portare il messaggio degli operatori veri del cibo di strada – spiega il presidente dell’Associazione StreetFood, Massimiliano Ricciarini – e per far capire al consumatore che il cibo di strada deve andare oltre la moda e che dietro ci sono anche tante storie professionali di successo, oltre a una preparazione della materia da parte degli operatori. Il cibo di strada è cultura e non si improvvisa e chi ha potuto partecipare agli eventi dello Streetfood Tour degli anni passati può confermare la nostra esperienza e profonda conoscenza della storia, della tradizione e cultura del cibo di strada italiano oltre che mondiale. Valore aggiunto degli operatori che aderiscono alla rete StreetFood è soprattutto la scelta di aderire a un vero e proprio “decalogo” dell’artigiano del gusto che prevede tra le altre cose la preparazione e cottura sul momento. Da citare anche la qualità e la certificazione dei cibi di strada soprattutto per la scelta delle materie prime e la loro preparazione. L’Associazione Streetfood si compone di persone di esperienza ma anche di giovani che hanno creduto nel progetto e che oggi sono ripagati con occupazioni lavorative. Lo street food è una cultura di cui l’Italia doveva riappropriarsi. Ci fa piacere pensarci come legittimi portatori sani del cibo di strada».

Streetfood dal 2004 è stato il primo progetto in Italia a promuovere il cibo come cultura e il cibo di strada come format vincente in quanto “riassume in un cartoccio” storia e tradizioni di ogni regione d’Italia da scoprire e gustare con le mani. Queste premesse e l’enorme patrimonio esistente in Italia, fanno del cibo di strada una valida alternativa italiana a fast food di stampo U.S.A. e a tutta la produzione alimentare globalizzata. Sulla base di un progetto del 2004, nel 2008 nasce l’Associazione Streetfood e nel 2010 viene organizzato il primo evento sul tema, quando ancora nessuno in Italia ci aveva pensato.


CIBI DI STRADA
presenti a Foggia in occasione di Libando


In Piazza Cattedrale
MARCHE - olive e il fritto ascolano
TOSCANA - lampredotto, Trippa, Cacciucco del trippaio, Ribollita
LAZIO - Fritto di pesce nel cono
PUGLIA - bombette di Alberobello (Ba), paposce e torcinelli
ABRUZZO -  arrosticini di pecora
VENETO - Pastin, panino con carne e formaggio d'alpeggio cotti alla piastra con peperoni o cipolle
EMILIA ROMAGNA - piada romagnola
LOMBARDIA - succo di melagrana spremuta al momento: semplice e con yogurt
SICILIA - panelle di ceci, pane cameusa, arancine di riso con ragù e piselli e cannoli di ricotta farciti e serviti allistante.
ARGENTINA - Angus e altre specialità della tipica grigliata argentina

In Piazza Mercato
MAROCCO - Cous Cous e Tajine
GRECIA - Souvlaki, Gyros Pita
SPAGNA - Paella Valenciana
PATATA TORNADO - tubero crudo, tagliato e fritto allistante, in alternativa alle più comuni e anonime patatine fritte.
PANINI DI MARE - interpretazione dello chef Mario Ottaviano di Peschici (Gargano, Fg) di cibi poveri della Capitanata
PUGLIA - Focaccia barese, panzerotti e puccia salentina

Cucina tradizionale on the road
Primi piatti al tartufo

Bevande
Cocktail di lime e frutta fresca
Birra artigianale targata Streetfood
Vini dei territori di appartenenza dei cibi di strada

Nessun commento:

Posta un commento