Passa ai contenuti principali

Viogner Bianco del Borgo 2010

Dalla maison romana di Antonello Colonna, un breve viaggio virtuale a Cortona, piccolo gioiello della Valdichiana
L'Open Colonna, un angolo di fine '800 all'interno del Palazzo delle Esposizioni, sorseggiando un bicchiere di Viogner...


Cortona è un piccolo gioiello e merita assolutamente una visita almeno una volta nella vita. Questo leggendario centro d’arte di origine etrusca si trova nella provincia di Arezzo, al confine tra Toscana e Umbria, , il cui territorio si estende sulla Val di Chiana.

I vicoli stretti e i meravigliosi panorami sulla valle sottostante, conferiscono a Cortona, insieme ai palazzi di origine medievale e rinascimentale, un aspetto suggestivo e magico.

Secondo la leggenda narrata da Virgilio, il mitico Dardano, durante un combattimento avvenuto nel luogo, vi perse il suo elmo (Corys): da qui il nome di Corito, divenuto poi Cortona.

Pietro da Cortona, Virgin and child with saints, details
Luca Signorelli, The Archangel Gabriel
Cortona è un importante è famosa per essere stata la terra di cittadini e artisti illustri, quali Luca Signorelli, Pietro Berrettini detto Pietro da Cortona e Stefano di Giovanni detto il Sassetta, tutti nomi illustri che hanno arricchito il panorama artistico medioevale e rinascimentale italiano.

Il paesaggio tipicamente toscano ci fa scorgere pievi e casali nell'altalenarsi dei dolci rilievi, intorno a queste pregiate colline c’è Manzano che è il cuore di una delle più importanti aziende agricole della Val di Chiana.


La storia dei Tenimenti Luigi D’Alessandro inizia nel lontano 1988 quando nell’intero Comune di Cortona si produceva solo vino da taglio.

Al fine di valorizzare questa zona a forte vocazione vitivinicola introducendo diverse specie di vitigni per verificare quale di questi si identificasse meglio con questo territorio.

Grazie alla consulenza del Prof. Attilio Scienza, si preparò un vigneto sperimentale su 5 ettari per individuare un rapporto ottimale luogo/vitigno; nel vigneto furono messi a dimora numerosi porta-innesto e diverse varietà clonali di numerosi vitigni selezionati di alta qualità.

Il lavoro di "zonazione" condotto da Scienza nei 4 anni successivi e lo studio della stratigrafia dei vari terreni, del clima e delle micro-vinificazioni, confermarono che il Syrah esprimeva l'ottimale rapporto terreno/vitigno, ne nacque poi Il Bosco, oggi storica bandiera qualitativa dell'azienda.

L’altro vitigno dell’azienda è il Viogner, originario della Valle del Rodano in Francia ha manifestato un forte acclimatamento con il territorio cortonese fino ad identificarcisi.

Open Colonna, continuo a sorseggiare il Viogner: Bianco del Borgo 2010 dei Tenimenti Luigi D’Alessandro.

Prima vendemmia, affinamento in acciaio dopo un passaggio di 6 mesi in barrique, mi colpiscono le sue note di freschezza e mineralità accompagnate da fiori bianchi, biancospino e acacia con nitide sensazioni di albicocca e pesca e un singolare carattere muschiato, ottima struttura e bevibilità.

Ottimo come aperitivo. Io l’ho abbinato a riso venere e salmone, ma può andare bene anche con molti primi piatti di mare, risotti in particolare, consigliato con crostini di fegato, da provare.

Il Palazzo delleEsposizioni è il più grande spazio espositivo interdisciplinare nel centro di Roma che dopo cinque anni di lavori di restauro e riqualificazione funzionale dei suoi ambienti in sintonia con quanto accade nelle maggiori capitali europee, ci viene restituito come uno spazio di cultura e suggestioni, capace di proporre ai visitatori progetti qualitativamente elevati.

Dalle mostre d’arte alle rassegne cinematografiche, dal teatro alla fotografia, dalla musica alla presentazione di libri ed eventi.

Se siete di passaggio qui a Roma non perdetevi la mostra del fotografo Helmut Newton: ” White Women / Sleepless Nights / Big Nudes”, in programma dal 6 Marzo al 21 Luglio 2013, da non perdere.

 




Commenti

Post popolari in questo blog

Festival delle Scienze di Roma 2023 - Immaginari

Dal 18 al 23 aprile 2023 il Festival delle Scienze di Roma torna all’Auditorium Parco della Musica “Ennio Morricone” con la sua XVIII edizione. Incontri, conferenze, laboratori. Dal 18 - 23 aprile 2023. IMMAGINARI è il tema di questa edizione dedicata all’immaginazione, uno degli strumenti più potenti che ci permette di concepire opere d'arte, nuove tecnologie e ci consente di trovare soluzioni a problemi quotidiani. La scienza non sarebbe la stessa se non avessimo come alleata l’immaginazione per avviare ricerche e formulare ipotesi, interpretare dati e perseguire risultati migliori. Ed è dalle interazioni delle immaginazioni individuali che emergono gli immaginari condivisi che influenzano il modo in cui organizziamo le società. Oggi più che mai abbiamo bisogno di coltivare questi immaginari, per ripensare il presente e, soprattutto, plasmare possibili futuri. Da mercoledì 19 a sabato 22 aprile quattro incontri anche presso le Biblioteche di Roma, QUI IL PROGRAMMA . Prodotto dall

Lotta agli insetti alieni, Lycorma delicatula: un nuovo flagello della viticoltura mondiale. Uno studio indaga su comportamento e dispersione nell'ambiente

Uno nuovo studio statunitense per contrastare l'avanzata di un nascente insetto alieno candidato a diventare il nuovo flagello della viticoltura mondiale. Si tratta della Lycorma delicatula, un insetto dall'aspetto simile alla coccinella ma che a differenza di questa provoca danni consistenti ai vigneti. La Lanterna macchiata, così come viene chiamata dagli agricoltori, si è diffusa per la prima volta in Corea anche se originaria della Cina e ha già raggiunto, infestandoli, i vigneti della Pennsylvania. La lotta agli insetti alieni non permette soste, la ricerca si sta muovendo velocemente nel contrastare un nuovo flagello destinato a mettere sotto scacco la viticoltura mondiale. Si tratta della Lycorma delicatula, un insetto dall'aspetto simile alla coccinella, gli agricoltori la chiamano Lanterna macchiata, in inglese Spotted Lanternfly. Si è diffusa per la prima volta in Corea anche se è originaria della Cina. Nel 2014 ha raggiunto i vigneti della contea di Berks, in Pen

Scienza, sviluppato dispositivo per misurare il metanolo nel vino

Ricercatori svizzeri hanno sviluppato un dispositivo economico che rileva basse concentrazioni di metanolo nel vino. La nuova tecnologia può essere utilizzata sia da i consumatori che dai produttori ed è in grado di rilevare valori di metanolo in soli due minuti. Perdita di coscienza fino al coma, disturbi visivi fino alla cecità, acidosi metabolica. Sono i segni caratteristici dell’intossicazione da alcool metilico o metanolo. In piccolissime percentuali, l’alcool metilico, è un componente naturale del vino ma che se aumentato dolosamente, provoca danni permanenti, portando anche alla morte. E' bene ricordare che più di trent'anni fa e purtroppo proprio in Italia, si verificò il più grave scandalo nel settore del vino. Si tratta del triste episodio del "vino al metanolo" che nel marzo 1986 provocò 23 vittime e lesioni gravissime a decine di persone come la perdita della vista. Al quel particolare vino erano state aggiunte dosi elevatissime di metanolo per