Passa ai contenuti principali

Orvieto Day

A Roma mercoledì 3 Dicembre 2014 / Orvieto Day / Seminario: Il terroir dell’Orvieto Doc
Banchi d’assaggio dalle ore 16 alle ore 21,30 - Hotel Rome Cavalieri - via A. Cadlolo 101

Antico come la sua città arroccata sulla rupe, il vino bianco di Orvieto lega le proprie origini agli Etruschi, che nel VII secolo a.C. iniziarono a vinificarlo all’interno delle grotte scavate nel tufo

Amato dai Romani e poi dai Papi, che a lungo abitarono la città, il vino assunse un valore tale da essere usato per pagare i lavori del Duomo Orvietano, inclusi gli affreschi dei pittori Pinturicchio e Signorelli, che ne chiesero un approvvigionamento a vita.

Caratterizzato dalla profonda mineralità che gli deriva dalla natura geologica dei terreni su cui prosperano le viti, il vino di Orvieto ha ottenuto il riconoscimento della Doc nel 1971, grazie soprattutto all’impegno profuso sin dal 1958 dal Consorzio del Vino Tipico di Orvieto, divenuto poi Consorzio Tutela Vini di Orvieto.

Il vino prodotto in questa denominazione deriva da di un terroir complesso, che si esprime in due tipologie di vini: il bianco Orvieto Doc, ottenuto principalmente dai vitigni Procanico e Grechetto, e il Rosso Orvietano (o Orvietano Rosso, Doc dal 1998), ottenuto da uve Aleatico, Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Canaiolo Rosso, Ciliegiolo, Merlot, Montepulciano, Pinot Nero, Sangiovese da soli o congiuntamente per almeno il 70%.

Assaggeremo i vini più rappresentativi della denominazione, oltre alle Igt più interessanti, in un grande banco d’assaggio, cui parteciperanno le aziende aderenti al Consorzio di Tutela dei Vini di Orvieto.

Le aziende presenti:
ANTINORI CASTELLO DELLA SALA - ARGILLAE - BARBERANI - BARBI - BIGI - CANTINA CARDETO - CANTINA CUSTODI - CASTELLO DI CORBARA - CASTELLO DI MONTEGIOVE - CIRULLI AZIENDE AGRICOLE - DECUGNANO DEI BARBI - FALESCO - LA CARRAIA - SERGIO MOTTURA - TENUTA LE VELETTE - TENUTA VITALONGA - TITIGNANO AGRICOLA

Seminario: Il terroir dell’Orvieto Doc
Unico turno dalle ore 16 alle ore 18,30

Uno dei vini bianchi più interessanti e longevi del centro Italia, che rappresenta da solo circa tre quarti della produzione di vino a denominazione dell’Umbria. Figlio di un terroir complesso ed estremamente vocato alla viticoltura a bacca bianca, negli ultimi quarant’anni ha vissuto una crescita straordinaria. Terreni calcarei, argillosi, ricchi di marne, sedimenti vulcanici e fossili rappresentano il patrimonio geologico alla base del successo dei vini di questa Doc, espressione di caratteristiche uniche, come freschezza, struttura e tante note minerali. Apprezzeremo tutto questo in una degustazione orizzontale di 6 etichette top della denominazione, che saranno degustate alla cieca, per lasciarsi trasportare alla scoperta del territorio unicamente dalle impressioni sensoriali evocate dai vini. Un docente di Fondazione Italiana Sommelier guiderà la degustazione, che sarà, accompagnato da un rappresentante del Consorzio.
Verrà servito un piatto in abbinamento.


FONDAZIONE ITALIANA SOMMELIER
Hotel Rome Cavalieri
Via A. Cadlolo 101 - 00136 Roma
tel. 06 8550941 fax 06 85305556
www.bibenda.it bibenda@bibenda.it


 

Commenti

Post popolari in questo blog

Musica e psicologia, cambia la percezione di consonanza e dissonanza: uno studio smentisce l'universalità del concetto di armonia di Pitagora

I risultati di una ricerca dell'Università di Cambridge, smentiscono l'universalità del concetto di armonia di Pitagora. Nascono apprezzamenti istintivi verso nuovi tipi di armonia. Lo studio pubblicato su Nature Communications. Un team di ricerca dell’Università di Cambridge, Princeton e del Max Planck Institute for Empirical Aesthetics, ha scoperto che nei normali contesti di ascolto, in realtà non preferiamo che gli accordi siano perfettamente all'interno dei rapporti matematici professati da Pitagora.  Il tono e l’accordatura degli strumenti musicali hanno il potere di manipolare la nostra percezione dell'armonia. I risultati dello studio ribaltano gli assunti di secoli di teoria musicale occidentale e incoraggiano una maggiore sperimentazione con strumenti provenienti da culture diverse. Secondo il filosofo greco Pitagora, la "consonanza" - una combinazione di note dal suono piacevole - è prodotta da relazioni speciali tra numeri semplici come 3 e 4. Rece

Lotta agli insetti alieni, Lycorma delicatula: un nuovo flagello della viticoltura mondiale. Uno studio indaga su comportamento e dispersione nell'ambiente

Uno nuovo studio statunitense per contrastare l'avanzata di un nascente insetto alieno candidato a diventare il nuovo flagello della viticoltura mondiale. Si tratta della Lycorma delicatula, un insetto dall'aspetto simile alla coccinella ma che a differenza di questa provoca danni consistenti ai vigneti. La Lanterna macchiata, così come viene chiamata dagli agricoltori, si è diffusa per la prima volta in Corea anche se originaria della Cina e ha già raggiunto, infestandoli, i vigneti della Pennsylvania. La lotta agli insetti alieni non permette soste, la ricerca si sta muovendo velocemente nel contrastare un nuovo flagello destinato a mettere sotto scacco la viticoltura mondiale. Si tratta della Lycorma delicatula, un insetto dall'aspetto simile alla coccinella, gli agricoltori la chiamano Lanterna macchiata, in inglese Spotted Lanternfly. Si è diffusa per la prima volta in Corea anche se è originaria della Cina. Nel 2014 ha raggiunto i vigneti della contea di Berks, in Pen

Un Mare diVino 2024, ad Ostia al via l’evento principe dedicato alle eccellenze vitivinicole del Belpaese

Con l’arrivo della bella stagione, il litorale romano torna a risplendere grazie all’evento principe dedicato alle eccellenze vitivinicole del Belpaese, giunto alla sua 6° edizione. Sabato 29 e domenica 30 giugno, infatti, in piazza Anco Marzio, andrà in scena la kermesse che prevede, oltre alla degustazione dei migliori vini bianchi,  rosati e bollicine d’Italia e di alcune chicche gastronomiche, anche 6 show cooking con importanti chef e dj set con musica sotto le stelle. Un gioioso brindisi vista mare darà anche quest’anno il via alla stagione estiva sul litorale romano. Per il secondo anno consecutivo, infatti, Ostia sarà la suggestiva cornice di Un Mare diVino, kermesse enogastronomica giunta alla sua sesta edizione, patrocinata dalla Regione Lazio e dall’Assessorato Grandi Eventi, Sport, Turismo e Moda del Comune di Roma, con il contributo dell’Arsial (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio). Sabato 29 giugno e domenica 30 giugno, dalle ore 1